Gli antiaritmici nel mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale


Dopo ripristino del normale ritmo sinusale, la percentuale di recidiva di fibrillazione atriale è alta.
I farmaci antiaritmici sono stati ampiamente impiegati per prevenire le recidive, ma il loro effetto sulla mortalità e su altri outcome clinici non è chiaro.

È stata compiuta una revisione di studi clinici per determinare, nei pazienti che hanno presentato ripristino del ritmo sinusale dopo fibrillazione atriale, l’effetto nel lungo periodo del trattamento con farmaci antiaritmici su morte, ictus ed embolia, effetti indesiderati, proaritmia e recidive di fibrillazione atriale.

Un totale di 45 studi hanno incorntrato i criteri di inclusione. A questi studi hanno partecipato 12.559 pazienti.

Tutti i risultati sono stati calcolati con un follow-up di 1 anno.

I farmaci antiaritmici di classe IA [ Chinidina ( Ritmocor, Idrochinidina ), Disopiramide ( Ritmodan ) ] sono risultati associati ad un’aumentata mortalità rispetto ai controlli ( odds ratio, OR=2.39; P=0.004; number needed to harm ( NNH ) =109 ).

Altri antiaritmici non hanno modificato la mortalità.

Diversi farmaci di classe A ( Chinidina, Disopiramide ), di classe IC [ Flecainide ( Almarytm ), Propafenone ( Rytmonorm) ] e di classe III [ Amiodarone ( Amiodar, Cordarone ), Dofetilide ( Tikosyn ), Dronedarone ( Multaq ), Sotalolo ( Sotalex ) ], riducono in modo isignificativo le recidive di fibrillazione atriale ( OR=0,19-0,60; number needed to treat ( NNT ) = 2-9 ), ma tutti aumentano gli eventi avversi ( NNH: 17-36 ), e tutti, ad eccezione di Amiodarone e del Propafenone, aumentano l’incidenza di proaritmia ( NNH: 17-119 ).

Gli Autori hanno concluso: diversi farmaci di classe IA, IC e III sono efficaci nel mantenimento del ritmo sinusale, ma aumentano gli eventi avversi, tra cui la proaritmia, e la Disopiramide e la Chinidina sono associate ad aumentata mortalità. ( Xagena2007 )

Lafuente-Lafuente C et al, Cochrane Database Syst Rev 2007, ( 4 ): CD005049


Farma2007 Cardio2007


Indietro

Altri articoli

L'associazione tra obesità, un fattore di rischio stabilito per la fibrillazione atriale e la risposta ai farmaci antiaritmici rimane non...


Frequil è un farmaco a base del principio attivo Flecainide acetato, appartenente alla categoria dei farmaci antiaritmici e nello specifico...


L'arresto cardiaco extraospedaliero si presenta comunemente con ritmi non-defibrillabili ( asistole e attività elettrica senza polso ). Non è noto se...


Una parte sostanziale della prima recidiva di aritmia dopo ablazione transcatetere della fibrillazione atriale è considerata causata da irritabilità nell’atrio...


I pazienti che assumono Amiodarone ( Cordarone ) presentano un piccolo rischio relativo di sviluppare neuropatia ottica rispetto ai pazienti...


La fibrillazione atriale è il disturbo del ritmo più comunemente osservato nella pratica clinica. I farmaci antiaritmici sono efficaci per...


I farmaci antiaritmici sono una terapia di prima scelta nel caso si opti per una strategia di controllo del ritmo....


Il Dronedarone ( Multaq ) è un nuovo farmaco antiaritmico con struttura benzofuranica simile a quella del Amiodarone ( Cordarone...


Dronedarone ( Multaq ) è un nuovo farmaco antiaritmico utilizzato nel trattamento della fibrillazione atriale. I ricercatori della Feinberg School...


La fibrillazione atriale è l'aritmia sostenuta più frequente, e si ripresenta con alta frequenza dopo il ripristino del ritmo sinusale....