Eparina a basso peso molecolare è efficace e sicura quanto Eparina non-frazionata per via endovenosa nel trattamento iniziale della embolia polmonare non-massiva


L’Eparina a basso peso molecolare ha semplificato ampiamente il trattamento delle trombosi venose profonde.

Per i pazienti affetti da embolia polmonare, il ruolo dell’Eparina a basso peso molecolare è incerto e l’Eparina non-frazionata resta quella maggiormente usata.

In questo studio sono state confrontate l’efficacia e la sicurezza dell’Eparina a basso peso molecolare per via sottocutanea a dosi fisse con l’efficacia e la sicurezza dell’Eparina non-frazionata, somministrata per via endovenosa , a dosaggi aggiustati , nel trattamento dei pazienti affetti da embolia polmonare acuta.

I risultati sono stati ottenuti mediante ricerche in database, in atti congressuali e attraverso contatti con Ricercatori e società farmaceutiche.

Sono stati analizzati 14 studi clinici , che hanno coinvolto 2.110 pazienti con trombosi venosa.

Confrontata con l’Eparina non-frazionata , l’eparina a basso peso molecolare è stata associata ad una diminuzione statisticamente non significativa della tromboembolismo venoso sintomatico recidivante , al termine del trattamento ( 2.4% versus 1.4%, rispettivamente ), a tre mesi ( 4.4% versus 3.0% ).

Simili risultati sono stati ottenuti nei pazienti che presentavano embolia polmonare sintomatica ( 2.3% e 1.7%, rispettivamente ) o embolia polmonare asintomatica ( 3.2% e 1.2% ).

L’incidenza delle complicanze emorragiche gravi è stata inferiore con l’Eparina a basso peso molecolare, ma il dato non è risultato statisticamente significativo.

Nel trattamento iniziale dell’embolia polmonare non massiva l’Eparina a basso peso molecolare a dosaggi fissi sembra essere efficace e sicura tanto quanto la somministrazione di Eparina non-frazionata per via endovenosa a dosaggi aggiustati. ( Xagena 2004 )

Quinlan DJ, Ann Intern Med 2004; 140:175-183




Pneumo2004 Farma2004


Indietro

Altri articoli

Da una nuova analisi è emerso che gli anticoagulanti orali diretti ( DOAC ), lo standard di cura per il...


COVID-19 è associata all'infiammazione e a un aumentato rischio di complicanze tromboemboliche. Dosi profilattiche di Eparina a basso peso molecolare...


Il tromboembolismo venoso correlato alla gravidanza è una delle principali cause di morbilità e mortalità materna e la tromboprofilassi è...


Il tromboembolismo venoso ( VTE ) è comune nei pazienti affetti da cancro. Le evidenze hanno suggerito che l’Eparina a...


L’immobilizzazione della gamba è associata a tromboembolismo venoso ( VTE ). L’Eparina a basso peso molecolare ( LMWH ) rappresenta...


Negli ultimi anni, gli warning di sicurezza hanno avvertito del rischio di gravi danni epatici farmaco-indotti, causati dai farmaci cardiovascolari....


Ci si è chiesti se in una donna di 35 anni con gravi complicanze ricorrenti della gravidanza mediate dalla placenta...


Benché la tromboprofilassi riduca il rischio di incidenza di tromboembolismo venoso nei pazienti con malattia acuta in ambito medico, non...


L’attuale terapia anticoagulante è dominata dall’Eparina a basso peso molecolare e dagli antagonisti per os della Vitamina K, che inibiscono...


Nonostante i suoi limiti, l’Eparina non-frazionata viene raccomandata come anticoagulante durante gli interventi coronarici per cutanei ( PCI ).Pochi studi...