Fattori di rischio di trombosi venosa portale in pazienti con beta-talassemia major dopo splenectomia: procedura laparoscopica rispetto a procedura in aperto


I pazienti con beta-talassemia major sono ad alto rischio di eventi tromboembolici a causa di una condizione di ipercoagulabilità.
La splenectomia laparoscopica, ad oggi, è diventata la procedura chirurgica standard per molte malattie benigne.

Uno studio ha esaminato l’impiego della splenectomia laparoscopica per la beta-talassemia major e ha valutato i fattori predittivi di trombosi della vena porta dopo splenectomia.

È stata eseguita una revisione retrospettiva di 25 casi di splenectomia laparoscopica ( Gruppo 1 ) e 34 casi di splenectomia in aperto ( Gruppo 2 ) in pazienti con beta-talassemia major.

Sono state registrate e confrontate le informazioni perioperatorie, intraoperatorie e postoperatorie dei pazienti.

Rispetto al Gruppo 2, i pazienti nel Gruppo 1 hanno presentato un aumento significativo del tempo operatorio, minore perdita di sangue stimata, più breve soggiorno postoperatorio e minore durata dell’assunzione orale.

Le variabili correlate sono state valutate mediante regressione logistica univariata e multivariata, indicando che il peso della milza ( valore di cutoff: 1311.5 g ) è un significativo predittore indipendente di trombosi dopo splenectomia laparoscopica.

Indipendentemente dalla splenectomia laparoscopica o dalla splenectomia in aperto, alcuni pazienti hanno risposto alla splenectomia completamente, mentre altri hanno risposto parzialmente.

In conclusione, secondo questo studio, la splenectomia laparoscopica è associata a migliori esiti chirurgici per la beta-talassemia major rispetto alla splenectomia in aperto.
I pazienti trattati con splenectomia laparoscopica possono essere soggetti a trombosi della vena porta, e il peso della milza può essere utilizzato come predittore. ( Xagena2014 )

Wang M et al, Hepatogastroenterology 2014;61:48-54

Emo2014 Gastro2014 Chiru2014



Indietro

Altri articoli

Exjade è un medicinale contenente il principio attivo Deferasirox, che trova impiego nel trattamento del sovraccarico cronico di ferro (...


Il trapianto di cellule staminali ematopoietiche allogeniche ( HSCT ) nella talassemia rimane una sfida. È stato riportato uno studio caso-controllo...


Sono state valutate in modo prospettico le complicanze endocrine dei pazienti con talassemia major che hanno subito il trapianto di...


La disponibilità di tre chelanti del ferro ha migliorato lo scenario della terapia chelante per i pazienti con talassemia trasfusione-dipendente...


Sono state valutate le funzioni delle paratiroidi e la densità minerale ossea ( BMD ) nei pazienti con beta talassemia,...


Negli ultimi anni, la questione della osteopenia / osteoporosi nei bambini, adolescenti e giovani adulti con talassemia major ha attirato...


I progressi nella terapia chelante e il monitoraggio non invasivo del sovraccarico di ferro hanno portato a sostanziali miglioramenti nella...


Il sovraccarico di ferro nella beta-talassemia major si traduce in genere in cardiomiopatia ferro-indotta, malattie del fegato e complicanze endocrine....


Le prestazioni fisiche diminuiscono nei pazienti con talassemia major, ma l'impatto relativo dell’anemia e del sovraccarico di ferro sulla capacità...