Il carcinoma epatocellulare nella talassemia: aggiornamento del Registro Italiano


Il rischio di sviluppare carcinoma epatocellulare in pazienti con talassemia risulta aumentato dalle infezioni trasmesse dalle trasfusioni e dalla emosiderosi.
Tutti i Centri italiani di talassemia utilizzano un modulo apposito per segnalare tutte le diagnosi di carcinoma epatocellulare al Registro italiano.

Dal 2002 fino a dicembre 2012, sono stati individuati 62 nuovi casi di tumore epatocellulare; di questi, il 52% era affetto da talassemia maggiore e il 45% da talassemia intermedia.
Due soggetti presentavano anemia falciforme.

L'incidenza del tumore è in aumento, probabilmente a causa della più lunga sopravvivenza dei pazienti e alla conseguente più lunga esposizione agli effetti nocivi dei virus epatotropi e del ferro.

Tre pazienti erano positivi all’antigene di superficie dell'epatite B, 36 pazienti hanno mostrato evidenza di infezione pregressa da virus della epatite B ( HBV ).

Un totale di 54 pazienti avevano anticorpi contro il virus della epatite C ( HCV ); di questi, 43 erano positivi a HCV RNA.

Solo 4 non avevano segni di esposizione né a HCV né a HBV.

La concentrazione media di ferro epatico è stata di 8 mg/g di peso secco.

La terapia ha incluso chemioembolizzazione, termoablazione con radiofrequenza ed escissione chirurgica.
Tre pazienti sono stati sottoposti a trapianto di fegato, 21 hanno ricevuto una terapia palliativa.

A dicembre 2012, 41 pazienti erano deceduti.
Il tempo medio di sopravvivenza dal rilevamento del carcinoma epatocellulare alla morte è stato di 11.5 mesi.

È raccomandata una ecografia ogni 6 mesi per consentire la diagnosi precoce di carcinoma epatocellulare, fondamentale per diminuire la mortalità. ( Xagena2014 )

Borgna-Pignatti C et al, Br J Haematol 2014; Epub ahead of print

Emo2014 Onco2014



Indietro

Altri articoli

I pazienti con talassemia non-trasfusione-dipendente ( NTDT ), sebbene non richiedano regolari trasfusioni di sangue per la sopravvivenza, possono comunque...


Il Comitato di sicurezza dell'EMA ( PRAC ) ha concluso che non ci sono prove che Zynteglo causi leucemia mieloide...


L’Azienda titolare dell’autorizzazione del medicinale per la terapia genica Zynteglo, Bluebird Bio, per il trattamento della beta talassemia, malattia rara...


I pazienti con beta-talassemia dipendente dalle trasfusioni necessitano di regolari trasfusioni di globuli rossi. Luspatercept ( Reblozyl ), una proteina...


La Commissione europea ( CE ) ha approvato Reblozyl ( Luspatercept ) per il trattamento di: a) pazienti adulti con anemia...


La beta-talassemia è una malattia ereditaria con limitate opzioni terapeutiche approvate; i pazienti manifestano anemia e le sue complicanze, incluso...


La FDA ( U.S. Food and Drug Administration ) ha concesso l'approvazione a Reblozyl ( Luspatercept-aamt; Luspatercept ) per il...


Zynteglo è un medicinale indicato per il trattamento della beta-talassemia, una malattia del sangue, in pazienti di età pari o...


La gestione del sovraccarico di ferro nella talassemia è cambiata radicalmente dall'implementazione della risonanza magnetica, che consente il rilevamento del...


Il sovraccarico di ferro è inevitabile nei pazienti che dipendono dalla trasfusione. Nei bambini piccoli con talassemia trasfusione-dipendente ( TDT ),...