Malattia minima residua post-induzione predice esiti e benefici del trapianto allogenico di cellule staminali nella leucemia mieloide acuta con mutazione NPM1


Uno studio ha valutato l'impatto prognostico di malattia minima residua ( MRD ) post-induzione NPM1-mutata ( NPM1m ) in giovani pazienti adulti ( età da 18 a 60 anni ) affetti da leucemia mieloide acuta, e ha determinato se la malattia minima residua con mutazione NPM può essere utilizzata come fattore predittivo del beneficio del trapianto di cellule staminali allogeniche ( ASCT ).

Fra 229 pazienti con mutazione NPM1 che sono stati trattati nello studio Acute Leukemia French Association 0702 ( ALFA-0702 ), la valutazione della malattia minima residua era disponibile in 152 pazienti in prima remissione.
I pazienti con leucemia mieloide acuta non-favorevole secondo la classificazione europea LeukemiaNet ( ELN ) erano eleggibili per il trapianto allo genetico di cellule staminali in prima remissione.

Dopo terapia di induzione, i pazienti che non hanno ottenuto una riduzione di 4-log nella malattia minima residua NPM1m nel sangue periferico ( PB-MRD ) hanno avuto una maggiore incidenza cumulativa di recidiva ( subhazard ratio, SHR=5.83; P minore di 0.001 ) e una più breve sopravvivenza globale ( hazard ratio, HR=10.99; P minore di 0.001 ).

All’analisi multivariata, un cariotipo anormale, la presenza di FLT3-duplicazione tandem interna ( ITD ) e una riduzione inferiore a 4-log nella malattia minima residua nel sangue periferico sono stati significativamente associati a una maggiore incidenza di ricaduta e a una sopravvivenza globale più breve.

Nel sottogruppo di pazienti con FLT3-ITD, solo l’età, il numero di globuli bianchi, e la riduzione minore di 4-log nella malattia minima residua nel sangue periferico, ma non il rapporto allelico FLT3-ITD, sono rimasti di rilevante valore prognostico.

In questi pazienti con leucemia mieloide acuta non favorevole secondo l’European LeukemiaNet, la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza globale sono significativamente migliorate grazie al trapianto di cellule staminali allogeniche nei soggetti con un riduzione inferiore a 4-log nella malattia minima residua nel sangue periferico.

Questo beneficio non è stato osservato nei pazienti con una riduzione superiore a 4-log in PB-MRD, con una significativa interazione tra effetto del trapianto ASCT e la risposta PB-MRD ( P=0.024 e 0.027 per la sopravvivenza libera da malattia e la sopravvivenza globale, rispettivamente ).

In conclusione, lo studio sostiene il forte significato prognostico della malattia minima residua NPM1m in fase precoce, indipendentemente dal contesto citogenetico e molecolare.
Inoltre, la malattia minima residua NPM1m nel sangue periferico può essere utilizzata come un fattore predittivo per l'indicazione di trapianto allogenico di cellule staminali. ( Xagena2017 )

Balsat M et al, J Clin Oncol 2017; 35: 185-193

Emo2017 Onco2017



Indietro

Altri articoli

I pazienti con leucemia linfoblastica acuta ( ALL ) di linea B sono ad alto rischio di recidiva dopo trapianto...


Una revisione ha evidenziato che il nuovo agente antivirale Letermovir ( Prevymis ) risulta efficace nella prevenzione primaria dell'infezione da...


L'ulteriore miglioramento dei regimi preparativi prima del trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ) è un'esigenza medica insoddisfatta...


È stato precedentemente dimostrato che la globulina anti-timocita ( ATLG ) più Ciclosporina e Metotrexato somministrati a pazienti con leucemia...



Il trapianto di sangue o di midollo ( BMT ) allogenico è una opzione terapeutica per le malattie maligne e...


L'effetto del sovraccarico sistemico di ferro sugli esiti dopo trapianto allogenico di cellule emopoietiche ( HCT ) è stato oggetto di dibattito. È stato studiato il...


Prevymis, che contiene il principio attivo Letermovir, è un medicinale antivirale utilizzato per prevenire la malattia causata da citomegalovirus (...


La Commissione Europea ha autorizzato l’immissione in commercio di Letermovir, nella formulazione in compresse per la somministrazione orale e...


Come terapia di consolidamento per la leucemia mieloide acuta ( AML ), il trapianto di cellule staminali ematopoietiche allogeniche fornisce...