Due settimane di una dieta a basso contenuto di iodio sono equivalenti a 3 settimane di abbassamento di iodio urinario e di aumento dell'assorbimento di Iodio radioattivo da parte della tiroide


L'importanza di limitare l'assunzione di iodio per aumentare la captazione tiroidea di Iodio 131 è ben nota, ma la sua durata minima non è chiara.

È stato compiuto uno studio per determinare se 3 settimane con un regime dietetico a basso contenuto di iodio siano più efficaci di 2 settimane per aumentare la captazione tiroidea di Iodio 131 e la riduzione della ioduria.

Un secondo obiettivo è stato quello di valutare l'efficacia di un questionario riguardante l'ingestione e l'esposizione allo iodio per individuare preventivamente gli individui nei quali un regime dietetico a basso contenuto di iodio sarebbe stata meno efficace.

Un totale di 46 pazienti ambulatoriali sono stati assegnati in modo casuale a dieta a basso contenuto di iodio per 2 o 3 settimane.
All'inizio e alla fine della dieta sono stati distribuiti i questionari riguardanti l'esposizione allo iodio, la captazione tiroidea di Iodio 131 e i livelli di iodio e iodio / creatinina nelle urine.

Dai questionari è emersa l'esposizione a iodio esogeno in 5 pazienti durante la dieta, tutti nel gruppo 3 settimane. In questi pazienti l'assorbimento tiroideo di iodio 131 è stato significativamente più basso rispetto ai pazienti che non hanno segnalato esposizione allo iodio ( p=0.016 ).

L'analisi comparativa tra i gruppi con 2 settimane e 3 settimane di dieta è stata effettuata escludendo i 5 pazienti contaminati.

La captazione di Iodio 131 è aumentata del 43% nel gruppo 2 settimane e del 26.7% nel gruppo 3 settimane ( p=0.105 ).

Entrambe le diete di 2 e 3 settimane hanno determinato diminuzione significativa dello iodio urinario ( p inferiore a 0.001 ), senza differenze tra i gruppi ( 63.2% nel gruppo 2 settimane e 60.9% nel gruppo 3 settimane, p=0.955 ).

Non è stata rilevata alcuna differenza nella percentuale di pazienti con ioduria inferiore o uguale a 100 mg/l ( p=0.25 ) e ioduria inferiore o uguale a 50 mg/l ( p=0.86 ) tra i gruppi.

È stata osservata una correlazione tra lo iodio urinario e il rapporto iodio / creatinina ( r=0.516, p inferiore a 0.001 ).

In conclusione, una dieta a basso contenuto di iodio per 2 settimane è probabilmente sufficiente ad aumentare la captazione tiroidea di Iodio 131, con poco o nessun beneficio nel prolungamento della dieta.
I questionari riguardanti l'esposizione a iodio, simili a quelli usati nello studio, dovrebbero aiutare a identificare i soggetti nei quali la dieta non è stata così efficace nell’aumentare la captazione tiroidea di Iodio 131. ( Xagena2011 )

Morsch EP et al, Thyroid 2011; 21: 61-67


Endo2011



Indietro

Altri articoli

Dagli anni '80, sia l'incidenza del tumore differenziato della tiroide ( DTC ) che l'uso del trattamento con Iodio radioattivo...


Selumetinib ( Koselugo ) può aumentare l'avidità di Iodio radioattivo ( RAI ) nei tumori refrattari a RAI. Si è...


I pazienti con tumore tiroideo differenziato refrattario allo Iodio radioattivo ( RAIR-DTC ) hanno una prognosi sfavorevole e opzioni di...


I pazienti con tumore differenziato della tiroide ( DTC ) refrattario allo Iodio radioattivo precedentemente trattati con terapia mirata al...


Nei pazienti con carcinoma papillare della tiroide a rischio intermedio o alto non è stato riscontrato un aumento del beneficio...


Lo Iodio radioattivo ( RAI ) è stato associato epidemiologicamente allo sviluppo di neoplasie ematologiche. L'emopoiesi clonale è uno stato...


Circa la metà dei pazienti con carcinoma papillare della tiroide presenta tumori con mutazioni attivanti BRAF V600E. Vemurafenib ( Zelboraf...


Thyrogen ( Tireotropina alfa ) è indicato nel test della tireoglobulina sierica ( Tg ) con o senza imaging con...


Uno studio di fase III, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato versus placebo, ha valutato l’efficacia e la sicurezza di...


I risultati dello studio di fase III SELECT ( Study of ( E7080 ) LEnvatinib in Differentiated Cancer of the...