Fratture diafisarie e sottotrocanteriche del femore nei pazienti trattati con Alendronato


Alendronato ( Fosamax ) è un potente bifosfonato con una prolungata durata d’azione.

Recenti report hanno trovato che nei pazienti che facevano uso prolungato di Alendronato sono comparse fratture sottotrocanteriche o diafisarie prossimali del femore, facendo temere che fossero conseguenze di un’eccessiva soppressione del turnover osseo.

Sono stati effettuati 2 studi osservazionali basati su Registri:

1) studio cross-sezionale ( n=11.944 ), che ha confrontato la distribuzione per età, l’esposizione, e i meccanismi di trauma tra differenti tipi di fratture prossimali del femore, e

2) studio di coorte con controllo nei pazienti con precedenti fratture non all’anca ( n=5.187 + n=10.374 ), per valutare l’ipotesi che l’aumento del rischio di successive fratture atipiche del femore eccedesse l’aumento delle tipiche fratture dell’anca.

I Ricercatori hanno cercato la prova di una relazione dose-risposta ed hanno osservato che una più alta aderenza, o un trattamento prolungato con Alendronato, può essere causa di un numero maggiore di fratture atipiche del femore.
E’ stato osservato che il 7% dei pazienti con fratture atipiche erano stati esposti all’Alendronato, e lo stesso è stato riscontrato per le fratture tipiche dell’anca.

Nello studio di coorte, il rischio ( hazard ratio, HR ) per una frattura diafisaria / sottotrocanterica con Alendronato è stato pari a 1.46 ( p=0.12 ), rispetto a 1.45 ( p minore di 0.001 ) per la frattura del femore, dopo aggiustamento per co-morbidità e co-trattamenti farmacologici.
Il rischio è risultato ridotto dall’alta aderenza all’Alendronato, e il rapporto tra fratture dell’anca e del femore ( porzione diafisaria / sottotrocanterica ) era identico nei pazienti con frattura trattati con Alendronato e nei controlli con frattura non-trattati.

Le fratture della porzione diafisaria / sottotrocanterica del femore condividono l’epidemiologia e la risposta al trattamento delle classiche fratture dell’anca e sono meglio classificate come fratture osteoporotiche. ( Xagena2009 )

Abrahamsen B et al, J Bone Miner Res 2009;24:1095-1102

Endo2009 Farma2009


Indietro

Altri articoli

Romosozumab è un anticorpo monoclonale che lega e inibisce la sclerostina, aumenta la formazione ossea e diminuisce il riassorbimento osseo. Sono...


Denosumab ( Prolia ) ha dimostrato di ridurre le nuove fratture vertebrali, non-vertebrali e dell'anca nelle donne in postmenopausa con...


L’osso corticale, l'elemento dominante dello scheletro umano per volume, svolge un ruolo chiave nella protezione delle ossa dalle fratture. Un...


L'osteoporosi con conseguente fratture ossee è una complicanza nei pazienti con cirrosi biliare primaria. Alendronato una volta alla settimana migliora...


Per le donne con osteoporosi, il tasso di fratture vertebrali a livelli adiacenti è relativamente basso, con ridotta probabilità con...


La terapia di deprivazione androgenica ( ADT ) induce la perdita di densità minerale ossea ( BMD ) e aumenta...


Uno studio osservazionale ha mostrato che dopo 2 anni, sia Risedronato ( Actonel ) sia Alendronato ( Fosamax ) hanno...


Merck, nota come MSD al di fuori degli Stati Uniti e del Canada, ha annunciato i risultati di uno studio...


I bifosfonati diminuiscono il riassorbimento osseo e sono comunemente utilizzati per trattare o prevenire l’osteoporosi.Tuttavia, l’effetto dei bifosfonati sulle loro...