Consumo di Cannabis e variazione dell'incidenza del disturbo psicotico in Europa: studio EU-GEI


L'uso di Cannabis è associato ad un aumentato rischio di successivo disturbo psicotico, ma non è chiaro se influisca sull'incidenza del disturbo.

Sono stati identificati i modelli di consumo di Cannabis con il più forte effetto sulle probabilità di disturbo psicotico in Europa e si è determinato se le differenze in tali modelli potessero contribuire alle variazioni dei tassi di incidenza del disturbo psicotico.

Sono stati inclusi pazienti di età compresa tra 18 e 64 anni che si sono presentati ai servizi psichiatrici in 11 siti in Europa e in Brasile con primo episodio di psicosi, e controlli reclutati rappresentativi delle popolazioni locali.
Si è stimato quali modelli di consumo di Cannabis portassero a probabilità più alte di disturbo psicotico.

Utilizzando dati a livello europeo e nazionali sulla concentrazione prevista di delta-9-Tetraidrocannabinolo ( THC ) nei diversi tipi di Cannabis disponibili in tutti i siti, sono stati divisi i tipi di Cannabis utilizzati dai partecipanti in due categorie: bassa potenza ( THC minore del 10% ) e alta potenza ( THC maggiore o uguale al 10% ).

Supponendo la causalità, sono state calcolate le frazioni attribuibili alla popolazione ( PAF ) per i modelli di consumo di Cannabis associati alle più alte probabilità di psicosi e la correlazione tra tali modelli e i tassi di incidenza di disturbo psicotico nei siti di studio.

Tra il 2010 e il 2015, sono stati ottenuti dati da 901 pazienti con primo episodio di psicosi in 11 siti e 1.237 controlli di popolazione da quegli stessi siti.

L'uso quotidiano di Cannabis è risultato associato a un aumento delle probabilità di disturbo psicotico rispetto all’assenza di consumo ( odds ratio aggiustato, aOR 3.2 ), aumentando a probabilità quasi 5 volte maggiori per l'uso quotidiano di tipi di Cannabis ad alta potenza ( 4.8 ).

Le PAF calcolate hanno indicato che se la Cannabis ad alta potenza non fosse più disponibile, il 12.2% dei casi di primo episodio di psicosi potrebbe essere prevenuto negli 11 siti, con incrementi al 30.3% a Londra e al 50.3% ad Amsterdam.

Le differenze nella frequenza dell'uso quotidiano di Cannabis e nell'uso della Cannabis ad alta potenza hanno contribuito alla sorprendente variazione dell'incidenza del disturbo psicotico negli 11 siti studiati.
Data la crescente disponibilità di Cannabis ad alta potenza, ciò ha importanti implicazioni per la salute pubblica. ( Xagena2019 )

Di Forti M et al, Lancet Psychiatry 2019; 6: 427-436

Psyche2019



Indietro

Altri articoli

Tra i pazienti con emorragia subaracnoidea aneurismatica, quelli con un consumo recente di Cannabis avevano maggiori probabilità di avere un'ischemia...


Uno studio ha evidenziato un elevato rischio di malattia cardiovascolare di tipo aterosclerotico associato all'uso di Cannabis. Dei 7.159 partecipanti (...


Gli studi sugli animali hanno dimostrato che il cervello degli adolescenti è sensibile alle interruzioni nella segnalazione degli endocannabinoidi, con...


Alla luce dell'aumento dell'uso di Cannabis tra le donne in gravidanza, il Surgeon General degli Stati Uniti ha recentemente emesso...


Esiste una necessità clinica sostanziale e insoddisfatta per il trattamento farmacologico dei disturbi da uso di Cannabis. Il Cannabidiolo potrebbe...


La Cannabis è una delle droghe più utilizzate al mondo. Il disturbo da uso di Cannabis è caratterizzato dall'uso ricorrente...


Da una ricerca è emerso che tra coloro che hanno sofferto di un infarto miocardico prima dei 50 anni, uno...


L'uso della Cannabis nell'adolescenza sembra essere indipendentemente associato a futura ipomania, un disturbo dell'umore caratterizzato da espansività o irritabilità. Nello studio...


Fumare Cannabis ad alta potenza può causare danni alla materia bianca nel corpo calloso, interferendo così con la comunicazione tra...