Terapia di combinazione con Bevacizumab più Erlotinib per carcinoma a cellule renali associato a leiomiomatosi ereditaria avanzata con carcinoma a cellule renali


La leiomiomatosi ereditaria con carcinoma a cellule renali ( HLRCC ) è una rara sindrome genetica derivante da mutazioni della linea germinale nella fumarato idratasi.
La combinazione di Bevacizumab ( Avastin ) più Erlotinib ( Tarceva ) ha mostrato risultati intermedi promettenti per il carcinoma a cellule renali associato a HLRCC.
Sulla base di questi risultati, è stato analizzato l’esito di Bevacizumab più Erlotinib in pazienti coreani con carcinoma a cellule renali associato a HLRCC.

Sono state esaminate retrospettivamente l'efficacia e la sicurezza di Bevacizumab più Erlotinib in pazienti con carcinoma a cellule renali associato a HLRCC con confermate mutazioni della linea germinale nella fumarato idratasi.

L'endpoint primario era il tasso di risposta obiettiva ( ORR ), mentre gli endpoint secondari erano la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e la sopravvivenza globale ( OS ).

Sono stati identificati 10 pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato associato a HLRCC che hanno ricevuto Bevacizumab più Erlotinib.
L'età media alla diagnosi era di 41 anni e 5 dei pazienti avevano ricevuto l'associazione come trattamento di prima o seconda linea.

Il tasso di risposta globale è stato pari al 50% e la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale, mediane, erano rispettivamente di 13.3 e 14.1 mesi.

La maggior parte degli eventi avversi sono stati prevedibili e gestibili con misure convenzionali, ad eccezione di un caso in cui un paziente è morto per sanguinamento gastrointestinale.

Questo è il primo esito nel mondo reale del trattamento per carcinoma a cellule renali avanzato associato a HLRCC.
La terapia con Bevacizumab più Erlotinib ha mostrato attività promettente con tossicità moderata.
Bevacizumab più Erlotinib dovrebbe essere un trattamento di prima linea per il carcinoma a cellule renali associato a HLRCC, a meno che non vengano pubblicati altri dati promettenti. ( Xagena2019 )

Choy Y et al, Cancer Res Treat 2019; Epub ahead of print

Onco2019 Nefro2019 Uro2019 Farma2019 MalRar2019 Med2019


Indietro

Altri articoli

La sindrome di Olmsted è una genodermatosi caratterizzata da cheratoderma palmoplantare ( PPK ) doloroso e mutilante che progredisce dall'infanzia...


Dato il ruolo centrale degli inibitori del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) nel tumore al polmone...


La resistenza alla monoterapia di prima o seconda generazione con inibitore della tirosin-chinasi di EGFR si sviluppa in quasi la...


La resistenza alla monoterapia con inibitore della tirosin-chinasi ( TKI ) dell'EGFR di prima generazione o di seconda generazione si...


Il doppio blocco delle vie EGFR e VEGF nel carcinoma polmonare metastatico non-a-piccole cellule ( NSCLC ) EGFR-mutato è supportato...


La scelta del trattamento per il carcinoma polmonare a cellule squamose potrebbe essere aiutata identificando i biomarcatori predittivi. E' stato...


I pazienti con poliposi adenomatosa familiare ( FAP ) presentano un rischio notevolmente aumentato di polipi e cancro del colon-retto. Una...


Uno studio ha mostrato che Fulvestrant ( Faslodex ) associato a Erlotinib ( Tarceva ) può prolungare la sopravvivenza libera...


Lo studio di fase III METLung ha esaminato l'efficacia e la sicurezza di Onartuzumab più Erlotinib nei pazienti con cancro...