Brentuximab vedotin più Nivolumab dopo trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche per i pazienti adulti con linfoma di Hodgkin classico ad alto rischio


Dopo il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche ( HSCT ), il consolidamento con Brentuximab vedotin ( Adcetris ) nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico recidivante o refrattario ad alto rischio ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza libera da progressione rispetto al placebo.

Brentuximab vedotin più Nivolumab ( Opdivo ) è un trattamento sicuro ed efficace per il linfoma di Hodgkin classico recidivato o refrattario; pertanto, sono state valutate la sicurezza e l'attività di questa combinazione di farmaci di consolidamento post-HSCT autologo nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico recidivante o refrattario ad alto rischio.

È stato condotto uno studio multicentrico di fase 2 in 5 centri negli Stati Uniti. I pazienti eleggibili avevano un'età pari o superiore a 18 anni con linfoma di Hodgkin classico recidivante o refrattario ad alto rischio, avevano un performance status ECOG di 0-2 e avevano un'adeguata funzionalità degli organi e del midollo osseo.

I pazienti arruolati hanno ricevuto Brentuximab vedotin 1.8 mg/kg e Nivolumab 3 mg/kg per via endovenosa a partire da 30-60 giorni dopo trapianto HSCT autologo il giorno 1 di ciascun ciclo di 21 giorni per un massimo di 8 cicli.
La riduzione della dose di Nivolumab non è stata consentita. È stata consentita la riduzione della dose di Brentuximab vedotin a 1.2 mg/kg.
Se un farmaco veniva interrotto a causa di un effetto tossico, l'altro poteva essere continuato.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione a 18 mesi in tutti i pazienti trattati.

Tra il 2017 e il 2019, 59 pazienti sono stati arruolati e hanno ricevuto la terapia in studio. I pazienti hanno iniziato il trattamento con Brentuximab vedotin più Nivolumab una mediana di 54 giorni dopo il trapianto autologo e hanno ricevuto una mediana di 8 cicli. 34 dei 59 pazienti ( 58% ) erano di sesso maschile, 29 ( 49% ) hanno completato 8 cicli di Brentuximab vedotin più Nivolumab, e 45 ( 76% ) hanno completato 8 cicli di almeno un farmaco.
Il tempo mediano di follow-up è stato di 29.9 mesi.

La sopravvivenza libera da progressione a 18 mesi in tutti i 59 pazienti è stata del 94%.

Gli eventi avversi più comuni sono stati la neuropatia periferica sensoriale ( 31 su 59, 53% ) e la neutropenia ( 25, 42% ); gli eventi avversi immuno-correlati che hanno richiesto corticosteroidi si sono verificati in 17 su 59 pazienti ( 29% ).
Non sono stati osservati decessi correlati al trattamento.

La combinazione Brentuximab vedotin e Nivolumab rappresenta un consolidamento post-trapiantoHSCT altamente attivo per i pazienti con linfoma di Hodgkin classico recidivante o refrattario ad alto rischio, la maggior parte dei quali era stata precedentemente esposta a Brentuximab vedotin o al blocco PD-1.

L'immunoterapia di combinazione in questo contesto dovrebbe essere ulteriormente studiata nei pazienti con linfoma di Hodgkin classico con un ulteriore perfezionamento del regime per mitigare gli effetti tossici, in particolare nei pazienti ad alto rischio in cui è giustificata una terapia più intensiva per prevenire le recidive. ( Xagena2023 )

Herrera AF et al, Lancet Haematology 2023; 10: 14-23

Emo2023 Onco2023 Farma2023



Indietro

Altri articoli

La prognosi dei pazienti con linfoma di Hodgkin sfavorevole allo stadio iniziale rimane insoddisfacente. Sono state valutate l'efficacia e la...


I pazienti con linfoma primario a grandi cellule B del mediastino recidivante / refrattario ( R/R PMBL ) hanno risposte...


Brentuximab vedotin ( Adcetris ) in combinazione con Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina ( regime AVD ) è approvato nella terapia...


Bambini, adolescenti e giovani adulti con linfoma di Hodgkin classico ( cHL ) recidivato / refrattario ( R/R ) senza...


Il trattamento con il coniugato anticorpo-farmaco ( ADC ) Brentuximab vedotin ( Adcetris ) in combinazione con il regime AVD,...


Nei pazienti in età pediatrica affetti da linfoma di Hodgkin ad alto rischio, il trattamento con il coniugato anticorpo-farmaco (...


KEYNOTE-204 ha dimostrato un vantaggio di sopravvivenza libera da progressione di Pembrolizumab ( Keytruda ) rispetto a Brentuximab vedotin...


Il follow-up a 5 anni in uno studio che ha coinvolto pazienti con linfoma di Hodgkin classico in stadio III...


Brentuximab vedotin ( Adcetris ) più Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina ( A+AVD ) hanno dimostrato una significativa riduzione del rischio...