Regorafenib nei pazienti con tumore stromale gastrointestinale metastatico e/o non-resecabile in progressione nonostante un precedente trattamento


L’inibitore multichinasi orale Regorafenib ha dimostrato una sostanziale attività in uno studio di fase II in pazienti con tumore stromale gastrointestinale ( GIST ) dopo fallimento sia di Imatinib ( Glivec ) che di Sunitinib ( Sutent ) ( J Clin Oncol 2011 ).

Uno studio di fase III, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, ha valutato l'efficacia e la sicurezza di Regorafenib nel trattamento dei GIST.

I pazienti ammissibili allo studio avevano tumore stromale gastrointestinale metastatico e/o non-resecabile, oggettivo fallimento di precedente terapia con Imatinib e Sunitinib ( malattia progressiva trattata con Imatinib o intolleranza a Imatinib e malattia progressiva trattata con Sunitinib ), una o più lesioni misurabili, ECOG performance status di 0 o 1.

I pazienti sono stati randomizzati in un rapporto 2:1 a ricevere la migliore terapia di supporto più Regorafenib 160 mg una volta al giorno per os ( 3 settimane on/1 settimana off ) oppure placebo.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione ( criteri RECIST modificati 1.1, revisione indipendente centrale ).
Gli endpoint secondari comprendevano la sopravvivenza globale, il tasso di controllo della malattia ( definito come tasso di risposta parziale della malattia più durata della malattia stabile di 12 settimane o più ), il tasso di risposta e la durata, la sicurezza e le analisi correlative di genotipo.

Al momento della malattia progressiva, i pazienti erano eleggibili per lo smascheramento dello studio e il crossover a Regorafenib in aperto.

Un totale di 234 pazienti sono stati esaminati; 199 sono stati randomizzati ( Regorafenib: 133, placebo: 66 ).
I pazienti sono stati stratificati alla randomizzazione in base al numero di precedenti terapie sistemiche e alla regione geografica.

L'endpoint primario è stato raggiunto: la sopravvivenza libera da progressione media è stata di 4.8 mesi per Regorafenib vs 0.9 mesi per placebo.
rapporto di rischio per la sopravvivenza libera da progressione era 0.27 ( minore di 0.0001 ).

I tassi di sopravvivenza libera da progressione a 3 e 6 mesi sono stati del 60% e 38% per Regorafenib versus 11% e 0% per placebo.

Il tasso di controllo della malattia è stato del 53% ( Regorafenib ) vs 9% ( placebo ).

L’hazard ratio ( HR ) per la sopravvivenza globale è stato di 0.77 ( p=0.20 ) con l'85% dei pazienti con placebo passati a Regorafenib.

I più comuni eventi avversi maggiori di grado 3 dovuti al trattamento nel braccio Regorafenib durante lo studio in doppio cieco sono stati ipertensione ( 28% ), reazione cutanea mano-piede ( 21% ) e diarrea ( 8% ).

In conclusione, questo studio randomizzato ha dimostrato che Regorafenib ha significativamente migliorato la sopravvivenza libera da progressione e il tasso di controllo della malattia nei pazienti con tumore stromale gastrointestinale avanzato dopo precedente fallimento di almeno Imatinib e Sunitinib.
Regorafenib è risultato ben tollerato, con eventi avversi come previsto per questa classe di farmaci e gestibili con modificazioni della dose. ( Xagena2012 )

Fonte: ASCO Meeting, 2012


Onco2012 Gastro2012 Farma2012


Indietro

Altri articoli

I sopravvissuti a trapianto di sangue o di midollo ( BMT ) sono a maggior rischio di successive neoplasie maligne...


Le firme genomiche che contribuiscono all'elevato carico mutazionale del tumore ( TMB-H ) indipendentemente dal deficit di riparazione del mismatch...


Rispetto ad altri anticoagulanti orali diretti, Apixaban è risultato associato a tassi più bassi di sanguinamento gastrointestinale ma tassi simili...


Sunitinib ( Sutent ), un inibitore multitarget della tirosin-chinasi ( TKI ), è approvato per il tumore stromale gastrointestinale (...


Tra gli anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) per la fibrillazione atriale, Apixaban ( Eliquis ) può comportare un minor...


Ayvakyt, il cui principio attivo è Avapritinib, è un medicinale antitumorale usato per il trattamento del tumore stromale del tratto...


L'obiettivo di una ricerca è stato quello di studiare l'incidenza di cancro gastrico attribuito a metaplasia intestinale gastrica, e convalidare...


Qinlock, il cui principio attivo è Ripretinib, è un medicinale antitumorale usato per il trattamento del tumore stromale gastrointestinale (...


Mutazioni primarie o secondarie in KIT o nel recettore alfa del fattore di crescita derivato dalle piastrine ( PDGFRA )...


I tassi di sanguinamento gastrointestinale per anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) e Warfarin ( Coumadin ) sono stati ampiamente...