Polimorfismi a singolo nucleotide e densità mammografica più fattori di rischio classici per la previsione del rischio di cancro al seno


I polimorfismi a singolo nucleotide ( SNP ) hanno dimostrato una associazione con la suscettibilità al tumore mammario, ma ci sono prove limitate su come incorporarli nei modelli attuali di previsione del rischio di tumore al seno.

Si è determinato se un panel di 18 SNP possa essere usato per predire il carcinoma mammario in combinazione con i classici fattori di rischio e la densità mammografica.

Uno studio di coorte ha arruolato una sottocoorte di 9.363 donne, di età compresa tra 46 e 73 anni, senza una precedente diagnosi di cancro alla mammella dalla più grande coorte prospettica dello studio PROCAS ( Predicting Risk of Cancer at Screening ) specificamente per valutare i metodi di valutazione del rischio di cancro al seno.
Gli arruolamenti sono stati effettuati tra il 2009 e il 2015 da più Centri di screening basato sulla popolazione a Greater Manchester, in Inghilterra.
Il follow-up è continuato fino a gennaio 2017.

Sono state effettuate la genotipizzazione di 18 SNP, la valutazione visiva percentuale della densità mammografica e la valutazione di rischio classico con il modello di rischio Tyrer-Cuzick da un questionario auto-compilato al momento dell'ingresso nella coorte.

L’esito principale era la capacità predittiva di SNP18 per la diagnosi di cancro mammario ( carcinoma invasivo e carcinoma duttale in situ ).

In totale 9.363 donne sono state arruolate nello studio ( età media 59 anni ). Di queste, 466 avevano il tumore mammario ( 271 prevalente, 195 incidente ).
SNP18 è risultato similmente predittivo quando non è stato aggiustato o è stato aggiustato per densità mammografica e fattori classici ( odds ratio per intervallo interquartile, rispettivamente, 1.56 e 1.53 ), con rischi osservati molto vicini a quanto previsto ( odds ratio aggiustato osservato in rapporto a quanto atteso, 0.98 ).

Una valutazione del rischio combinata ha indicato che il 18% della sottocoorte era a rischio a 10 anni del 5% o più, rispetto al 30% di tutti i tumori, al 35% dei tumori rilevati nell'intervallo e al 42% dei tumori in stadio 2+.
Per contro, il 33% della sottocorte era a rischio inferiore al 2%, ma rappresentava rispettivamente solo il 18%, il 17% e il 15% dei tumori al seno totali, insorti nell’intervallo e di stadio 2+.

In conclusione, SNP18 ha aggiunto informazioni sostanziali alla valutazione del rischio basata sul modello di Tyrer-Cuzick e sulla densità mammografica.
È probabile che un rischio combinato aiuti le strategie di screening e prevenzione stratificate per il rischio. ( Xagena2018 )

van Veen EM et al, JAMA Oncol 2018; 4: 476-482

Onco2018 Diagno2018 Gyne2018



Indietro

Altri articoli

Nonostante il diffuso uso di integratori alimentari durante il trattamento del tumore, esistono pochi dati empirici in merito alla loro...


Le pazienti con tumore mammario HER2-positivo che hanno ricevuto due o più terapie precedenti per la malattia avanzata hanno poche...


Tra le donne sottoposte a chemioterapia per carcinoma mammario in fase iniziale, l'esposizione alle statine ha ridotto del 66% il...


Studi di chemioterapia adiuvante ad alte dosi ( HDCT ) non sono riusciti a mostrare un beneficio in termini di...


Alpelisib è un inibitore di PI3K alfa-specifico che ha mostrato efficacia nel trattamento dei carcinomi mammari avanzati positivi al recettore...


Uno studio prospettico ha mostrato che l'impiego di integratori antiossidanti durante la chemioterapia, oltre a Ferro e Vitamina B12,...


Il trattamento endocrino è raccomandato dalle linee guida cliniche come opzione di trattamento preferita per le donne in premenopausa e...


Lo studio WECARE ( Women's Environmental Cancer and Radiation Epidemiology ) ha dimostrato l'importanza della storia familiare di cancro al...


Una analisi secondaria di uno studio randomizzato ha evidenziato che le donne con diagnosi di tumore alla mammella che hanno...


Vi è incertezza sul programma ottimale di trattamento adiuvante del carcinoma mammario con inibitori dell'aromatasi e nessuno studio ha confrontato direttamente i tre inibitori dell'aromatasi Anastrozolo ( Arimidex...