L’influenza degli anticorpi antifosfolipidi sull’esito della gravidanza nelle donne con aborto spontaneo ricorrente


Diversi regimi terapeutici sono stati proposti nelle donne con aborto spontaneo ricorrente ed anticorpi antifosfolipidi (APA).
Ad oggi i risultati di studi clinici sono discordanti per quanto riguarda le donne con storia di aborto spontaneo ricorrente, APA-positive e fallimento della terapia standard.

Uno studio ha valutato l’impiego dell’immunoglobulina somministrata per via endovenosa in queste pazienti, confrontando questo approccio con la terapia standard (Aspirina + Eparina a basso peso molecolare).

Dallo studio sono state escluse le donne in gravidanza con fattori trombofilici ereditabili.

Dopo la conferma della gravidanza, le donne hanno ricevuto una immnunizzazione base di 0.3 g/kg di immunoglobulina in un ciclo di 4 settimane dalla 28^ settimana di gravidanza alla 32^.

Tutte le pazienti hanno ricevuto 100 mg/die di Aspirina e 3000 U/die anti Xa di Certoparina.

Tra le 66 donne in gravidanza, 17 sono risultate persistentemente positive agli autoanticorpi (25,8%), di cui 11 (16,7%) erano solo ACA (anticorpi antiacardiolipina) – positive, 2 (3%) erano positive al lupus anticoagulant ( LAC), e 4 (6,4%) erano positive ad entrambi gli anticorpi.

Un totale di 49 pazienti erano APA positivi al test iniziale, ma erano negative all’ACA e al LAC al secondo test, eseguito circa 5 settimane dopo l’inizio della terapia.

Sedici delle 17 pazienti con anticorpi-positivi (94,1%) hanno partorito bambini vivi, contro 40 (81,6%) tra le donne anticorpi –negativi.

Gli aborti totali sono stati pari al 12,1% e la percentuale di perdita fetale è stata del 15,2%.

Quattro persone (25%) nel gruppo anticorpi-positivi ha sviluppato sintomi di preeclampsia e ritardo nella crescita fatale rispetto a 4 pazienti (9,8%) nel gruppo anticorpi –negativi.

I Ricercatori hanno osservato una riduzione nell’incidenza di perdita fetale nelle pazienti con aborto spontaneo ricorrente ed APA positivi 5,8%) rispetto alle donne APA ne gative ( 8,4%) con la stessa terapia.

Heilmann L et al, Clin Appl Thromb Hemost 2001; 7: 281-285

Xagena 2001


Indietro

Altri articoli

Le donne eutiroidee con positività all'anticorpo tiroideo a cui era stata prescritta la Levotiroxina prima e durante la gravidanza non...


Le donne in gravidanza con sindrome dell'ovaio policistico assegnate alla terapia con Metformina per la durata della gravidanza hanno presentato...


La candidosi vaginale è comune durante la gravidanza. Anche se le formulazioni intravaginali di antifungini azolici topici sono il trattamento...


È stata valutata l'associazione tra aborto spontaneo e prescrizione di vaccino per l'influenza con uno studio caso-controllo utilizzando i dati...


Il rischio di recidiva di depressione o di diagnosi di altri disturbi psichiatrici durante la gravidanza richiedono l’utilizzo di farmaci...


Preeclampsia, aborto spontaneo ricorrente e infertilità possono tutti essere in parte causati da alterata placentazione all'inizio della gravidanza.L'obiettivo della presente...


La sicurezza a lungo termine dell’aborto chirurgico nel primo trimestre è ben definita. Nonostante il crescente impiego dell’aborto medico (...


Una ricerca coordinata da Ricercatori del Dipartimento di Immunologia e Malattie Infettive dell’Harvard School of Public Health a Boston, ha...


L’obiettivo dello studio, coordinato dalla Sheffield University in Gran Bretagna, è stato quello di valutare l’impatto dell’obesità sul rischio di...


Una meta-analisi ha valutato l’effetto della vaginosi batterica come un fattore di rischio per il parto pre-termine. ...