Anticorpi monoclonali anti-TNF-alfa: Adalimumab è efficace nel trattamento della uveite psoriasica refrattaria


L'incidenza della uveite non-infettiva su una base di malattia psoriasica è stimata essere pari a 7-20%.
L'impiego di inibitori del TNF-alfa ( fattore di crescita tumorale alfa ) come trattamento per l’uveite refrattaria è crescente.

E’ stato consultato il database del Centro di riferimento per la psoriasi della Aristotle University Medical School di Salonicco ( Grecia ), ricercando i pazienti con diagnosi di psoriasi e concomitante uveite.
Le cartelle cliniche dei pazienti identificati sono state riviste per l'uso degli inibitori del TNF-alfa.

Sono stati identificati 5 pazienti ( 3 donne e 2 uomini ). Tutti soffrivano di psoriasi cronica da moderata a grave e uveite bilaterale.

Il paziente con la più grave infiammazione oculare era l'unico paziente positivo per l'antigene leucocitario umano B27 ( HLA-B27 ) e l'unico a soffrire di artrite psoriasica.

Tutti i pazienti avevano ricevuto un trattamento con Adalimumab ( Humira ) ed erano stati valutati a tre e sei mesi.
La psoriasi aveva risposto in modo eccellente, e in quattro pazienti, l’uveite aveva mostrato completa remissione della infiammazione a sei mesi.
Il quinto paziente ( HLA-B27+ ) ha presentato un miglioramento della attività della uveite ma non la remissione completa a sei mesi.

In conclusione, l’uveite è una entità che deve essere considerata nella valutazione della psoriasi con disturbi oculari, anche in assenza di artrite.
Gli anticorpi monoclonali anti-TNF-alfa, e Adalimumab in particolare, sembrano rappresentare una promettente opzione per il trattamento della uveite psoriasica refrattaria.
Studi clinici randomizzati di maggiori dimensioni sono necessari per confermare queste conclusioni. ( Xagena2014 )

Fotiadou C et al, Int J Dermatol 2014; Epub ahead of print

Dermo2014 Oftalm2014 Farma2014


Indietro

Altri articoli

L'impiego nel breve periodo degli anticorpi monoclonali che legano il peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ) è...


Le strategie atte a migliorare l'efficacia del sistema immunitario contro la malattia tumorale rappresentano una importante innovazione, con la recente...


L’entrata in commercio degli anticorpi monoclonali anti-PCSK9, Alirocumab ed Evolocumab, per l’ipercolesterolemia non-responder alle statine e per l’ipercolesterolemia familiare rappresenta...


Sono stati presentati, durante il Meeting dell’American College of Cardiology ( ACC ) i dati a 18 mesi ( 78...


Rozrolimupab è una miscela di 25 anticorpi monoclonali ricombinanti, completamente umani RhD-specifica.In uno studio di aumento di dose ( dose...


Sono necessarie nuove terapie per gestire l’aumentata incidenza, gravità e l’alto tasso di ricorrenza dell’infezione da Clostridium difficile. E’...


Fin dalla loro introduzione, gli anticorpi monoclonali hanno presentato un ruolo nel trattamento di un’ampio numero di disordini. Tuttavia, la...


La leucemia linfocitica cronica ( LLC ) a cellule B è un disturbo ematopoietico clonale, caratterizzato da proliferazioni ed accumulo...


Lo studio ha valutato l’effetto dell’inibizione della subunità CD11a a livello delle placche psoriasiche. Hanno partecipato allo studio 39 pazienti...