Asma, BPCO associato ad un aumentato rischio di artrite reumatoide nelle donne


L'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva ( BPCO ) sono entrambe associate a un aumentato rischio di artrite reumatoide, indipendentemente dal fumo e da altre variabili.

Gli anticorpi specifici per l'artrite reumatoide, come il fattore reumatoide e CPP ( peptide ciclico citrullinato ), sono generati in siti di infiammazione delle vie aeree, Tuttavia, non è ben definito se le malattie correlate alla infiammazione cronica delle vie aeree, come l'asma e la BPCO, aumentino il rischio di sviluppare artrite reumatoide.

Per analizzare se l'asma o la BPCO fossero associate ad artrite reumatoide, è stato condotto uno studio prospettico di coorte su 205.153 donne arruolate nello studio NHS ( Nurses 'Health Study ). Sono stati utilizzati i dati del NHS 1988-2014 e NHS II 1991-2015.

Complessivamente, 15.148 partecipanti soffrivano di asma e 3.573 di BPCO.

L'artrite reumatoide incidente era confermata mediante una revisione della cartella clinica condotta da due reumatologi.

Sia l'asma sia la broncopneumopatia cronica ostruttiva erano entrambe associate a un aumentato rischio di artrite reumatoide.

Ci sono stati 1.060 casi di artrite reumatoide incidente durante 4.384.471 anni-persona di follow-up in NHS e NHS II.

Dopo aggiustamento per numero di pacchetti/anno e stato di fumatore, l'asma è risultata associata a un aumentato rischio di artrite reumatoide ( hazard ratio, HR = 1.53; IC 95%, 1.24-1.88 ) rispetto ad assenza di asma o di BPCO.
Questo aumento del rischio era presente anche tra le persone che non avevano mai fumato ( HR = 1.53; IC al 95%, 1.14-2.05 ).

Inoltre, la BPCO è stata anche associata a un aumentato rischio di artrite reumatoide ( HR = 1.89; IC al 95%, 1.31-2.75 ).
Questa associazione era più pronunciata tra i fumatori di età superiore a 55 anni ( HR = 2.2; IC 95%, 1.38-3.51 ).

Dalla ricerca è emerso che l'asma era associata a un aumento del 50% del rischio di successiva artrite reumatoide rispetto ad assenza di asma o BPCO.
La BPCO era anche associata a un aumentato rischio di artrite reumatoide, in particolare tra le donne di età superiore ai 55 anni che erano sempre state fumatrici, che avevano il doppio del rischio di sviluppare artrite reumatoide.

Questi risultati dovrebbero incoraggiare i medici che si prendono cura dei pazienti con asma o BPCO a vigilare sull'aumentato rischio di artrite reumatoide in questi pazienti. ( Xagena2020 )

Fonte: Arthritis & Rheumatology, 2020

Reuma2020 Pneumo2020



Indietro

Altri articoli

La terapia con corticosteroidi e i tradizionali fattori di rischio cardiovascolare sono stati associati al peggioramento dell'aterosclerosi subclinica. Nei pazienti con...


Baricitinib ( Olumiant ) è un inibitore selettivo orale della Janus chinasi ( JAK ) 1 e JAK2, approvato per...


Gli studi testa-a-testa sull'artrite psoriasica sono utili per guidare il processo decisionale clinico. Lo studio EXCEED ha valutato l'efficacia e...


In un recente studio il trattamento con Idrossiclorochina non è risultato associato a insufficienza cardiaca nei pazienti con artrite reumatoide;...


L'Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ), ha approvato Cosentyx ( Secukinumab ) per il...


La Food and Drug Administration ( FDA ) ha approvato Taltz ( Ixekizumab ) per il trattamento della spondiloartrite assiale...


I pazienti con artrite reumatoide hanno un aumentato rischio di influenza stagionale e complicanze correlate all'influenza, ma hanno una ridotta...


Il rischio di infezione grave è una delle maggiori preoccupazioni quando si prescrive un farmaco antireumatico modificante la malattia (...


L'uveite associata all'artrite idiopatica giovanile è una delle principali morbilità oculari. Una parte sostanziale dei bambini è refrattaria al Metotrexato...


Secukinumab ( Cosentyx ) è un inibitore dell'interleuchina-17A [ IL-17A ] utilizzato nel trattamento dei pazienti con artrite psoriasica attiva....