Associazione tra segni di imaging del cervello, esiti precoci e tardivi e risposta ad Alteplase endovenoso dopo ictus ischemico acuto


Le scansioni cerebrali sono essenziali per escludere emorragie in pazienti con sospetto ictus ischemico acuto prima del trattamento con Alteplase ( Actilyse, Activase ).
Tuttavia, i pazienti con i primi segni ischemici potrebbero essere ad aumentato rischio di emorragia dopo il trattamento con Alteplase, e poche informazioni sono disponibili sulla ipotesi secondo cui preesistenti segni strutturali, comuni nei pazienti più anziani, influenzino la risposta ad Alteplase.

È stata studiata l'associazione tra i segni di imaging a livello cerebrale mediante tomografia computerizzata e i risultati dopo Alteplase.

IST-3 era uno studio multicentrico, randomizzato controllato di Alteplase per via endovenosa ( 0.9 mg/kg ) rispetto al controllo entro 6 ore da un ictus ischemico acuto.

L'esito primario era l'indipendenza a 6 mesi ( definita come punteggio Oxford Handicap Scala SSL di 0-2 ).

3.035 pazienti sono stati arruolati in IST-3 e sottoposti a tomografia computerizzata cerebrale pre-randomizzazione.

Gli Esperti che non erano a conoscenza delle assegnazioni casuali hanno valutato le scansioni per i primi segni di ischemia ( ipoattenuazione tissutale, dimensione infartuale, gonfiore, e arteria iperattenuata ) e segni preesistenti ( vecchio infarto, leucoaraiosi e atrofia ).

In questa analisi pre-specificata, sono state valutate le interazioni tra questi segni di imaging, emorragia intracranica sintomatica ( un risultato secondario in IST-3 ), l'indipendenza a 6 mesi, e Alteplase, aggiustando per età, punteggio NIHSS ( National Institutes of Health Stroke Scale ) e tempo alla randomizzazione.

3.017 pazienti sono stati valutati in questa analisi, di cui 1.507 sono stati assegnati ad Alteplase e 1.510 sono stati assegnati al controllo.

Una riduzione della indipendenza era stata prevista da ipoattenuazione tissutale ( odds ratio, OR=0.66 ), lesione grande ( OR=0.51 ), gonfiore ( OR=0.59 ), arteria iperattenuata ( OR=0.59 ), atrofia ( OR=0.74 ) e leucoaraiosi ( OR=0.72 ).

L’emorragia intracranica sintomatica è stata predetta da vecchio infarto ( OR=1.72 ), ipoattenuazione tissutale ( OR=1.54 ) e arteria iperattenuata ( OR=1.54 ).

Alcune combinazioni di segni hanno aumentato il rischio assoluto di emorragia intracranica sintomatica ( sia vecchio infarto sia arteria iperattenuata, eccesso con Alteplase 13.8%; entrambi i segni assenti, eccesso di 3.2% ).

Tuttavia, nessun risultato di imaging, singolarmente o in combinazione, ha modificato l'effetto di Alteplase sull'indipendenza o sulla emorragia intracranica sintomatica.

Alcuni segni ischemici pre-esistenti e precoci sono stati associati a ridotta autonomia a 6 mesi e a una maggiore emorragia intracranica sintomatica.
Anche se non è stata osservata alcuna interazione tra i segni di imaging cerebrale e gli effetti di Alteplase su questi risultati, alcune combinazioni di segni hanno aumentato alcuni rischi assoluti.
Dovrebbero essere considerati i segni preesistenti, oltre ai segni ischemici precoci, durante la valutazione dei pazienti con ictus ischemico acuto. ( Xagena2015 )

The IST-3 collaborative group, Lancet 2015;14:485-496

Neuro2015 Farma2015


Indietro

Altri articoli

Le Unità mobili per l’ictus ( MSU ) dotate di uno scanner CT ( tomografia computerizzata ) riducono i tempi...


Tenecteplase ( Metalyse ) è un attivatore del plasminogeno tissutale modificato con vantaggi farmacologici e pratici rispetto ad Alteplase (...


Le attuali lineeguida sconsigliano l'uso di Alteplase ( Actilyse ) per via endovenosa nei pazienti con ictus ischemico acuto che...


Il valore della somministrazione endovenosa di Alteplase ( Actilyse ) prima del trattamento endovascolare per l'ictus ischemico acuto non è...


La Stafilochinasi non-immunogenica è una Stafilochinasi ricombinante modificata con bassa immunogenicità, elevata attività trombolitica e selettività alla fibrina. Sono state...


Si è determinato se Alteplase ( Actilyse ) sia in grado di alterare lo sviluppo di lesioni ischemiche a livello...


Il trattamento con Alteplase ( Activase, Actilyse ) in pazienti con ictus ischemico acuto con deficit minori non-invalidanti non è...


I risultati di uno studio hanno mostrato che il trattamento con Alteplase ( Activase, Actilyse ) in pazienti con...


L'intervento coronarico percutaneo primario ( PPCI ) tempestivo non può essere offerto a tutti i pazienti con infarto miocardico con...


Tenecteplase ( Metalyse ) è un nuovo agente trombolitico con alcuni vantaggi farmacologici rispetto ad Alteplase ( Actilyse ). I precedenti...