Malattia di Parkinson avanzata: maggiore riduzione del tempo-OFF e meno incidenza di eventi avversi nei pazienti con meno di 10 anni di progressione della malattia, trattati con il gel intestinale Levodopa-Carbidopa


Uno studio ha confrontato l'efficacia ( variazione percentuale giornaliera nei tempi ON, OFF e di discinesia ) e la tollerabilità del gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( LCIG; Duodopa ) nei pazienti con malattia di Parkinson ( PD ) di durata pari o superiore a 10 anni, e inferiore a 10 anni.

I pazienti con malattia di Parkinson avanzata, trattati con il gel intestinale di Levodopa-Carbidopa nel periodo 2006-2011, provenienti da 18 Centri spagnoli, sono stati inclusi in questo studio non-interventistico e retrospettivo, E-DUO.

La durata mediana della malattia di Parkinson era significativamente differente tra i due gruppi ( meno di 10 anni: 7.7 anni ( n=51 ) vs pari o superiore a 10 anni: 16 anni ( n=125 ) ( p inferiore a 0.0001 ).
Le rimanenti caratteristiche basali erano simili tra i gruppi.

Le ragioni principali per iniziare il trattamento con il gel intestinale a base di Levodopa-Carbidopa erano: aumento tempo-OFF ( meno di 10 anni: 92.2%; maggiore o uguale a 10 anni: 83.2% ) e la mancanza di risposta al trattamento per via orale ( meno di 10 anni: 64.7%, superiore o uguale a 10 anni: 63.2% )
.
Durante il follow-up c'è stata una riduzione significativa del tempo-OFF ( meno di 10 anni: basale = 52.3% , e follow-up = 14.3%; p inferiore a 0.0001, superiore o uguale a 10 anni: basale = 45.8%, e follow-up = 16.9%; p inferiore a 0.0001 ) e un aumento significativo del tempo-ON senza discinesia ( meno di 10 anni: basale = 16.9%, e follow-up = 59.4%; p inferiore a 0.0001, maggiore o pari a 10 anni: basale = 23.4%, e follow-up = 54.0%; p inferiore a 0.0001 )
.
E’stata riscontrata una differenza statisticamente significativa tra i gruppi nella riduzione del tempo-OFF giornaliero ( meno di 10 anni: -38.0% vs maggiore o uguale a 10 anni: -28.9%; p = 0.0213 ).

L'aumento della percentuale del tempo- ON giornaliero senza discinesia non ha raggiunto la significatività statistica.
Il 9.8% dei pazienti nel gruppo inferiore a 10 anni ha presentato almeno un evento avverso grave contro il 19.2% dei pazienti nel gruppo superiore o uguale a 10 anni ( p = 0.1274 ).

In conclusione, durante il follow-up il gruppo di pazienti con meno di 10 anni di progressione della malattia di Parkinson ha presentato una maggiore riduzione del tempo OFF e una minore incidenza di eventi avversi rispetto al gruppo di pazienti con progressione della malattia di Parkinson maggiore o uguale a 10 anni. ( Xagena2015 )

Parra JC et al, Movement Disorders 2015; 30 Suppl 1: 287

Neuro2015 Farma2015


Indietro

Altri articoli

La Levodopa è il trattamento principale per i sintomi della malattia di Parkinson. Determinare se la Levodopa abbia anche un...


I pazienti con malattia di Parkinson trattati cronicamente con Levodopa hanno comunemente un inizio ritardato o imprevedibile dei benefici dopo...


È stata valutata la relazione tra lo sviluppo della discinesia indotta da Levodopa ( LID ) e i cambiamenti longitudinali...


Si è determinato se aumentare le dosi fisse di Carbidopa di 65 o 105 mg ( ODM-101/65 e ODM-101/105 )...


È stata valutata la frequenza della discinesia in una coorte di pazienti con malattia di Parkinson basata sulla popolazione. La...


Il trattamento con Levodopa nella malattia di Parkinson può contribuire a diminuire la pressione aortica centrale ( CAP ), che...


Sono stati riportati i risultati di una indagine, effettuata in Italia, volta a quantificare l'attuale livello di diffusione del...


Sono stati pubblicati i risultati di uno studio di fase 2 riguardanti Dipraglurant, un candidato farmaco per i pazienti con...


È stato valutato l'effetto del gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( sospensione enterale Carbidopa-Levodopa; Duopa; Duodopa ) nei pazienti con malattia di...


Diversi studi sul gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( LCIG; Duodopa ) hanno mostrato una riduzione significativa del tempo OFF e un...