Xadago come terapia aggiuntiva alla sola Levodopa o in combinazione con altre terapie in pazienti con malattia di Parkinson in stadio medio-avanzato con fluttuazioni motorie, approvazione nell’Unione Europea


La Commissione Europea ha approvato Xadago ( Safinamide ) per il trattamento della malattia di Parkinson idiopatica.
Xadago è stato approvato nei pazienti con malattia in stadio medio-avanzato con fluttuazioni motorie, in aggiunta alla sola Levodopa ( L-dopa ) o in combinazione con altre farmacoterapie.
Questa decisione segue la raccomandazione per l’approvazione emessa dalla Committee for Medicinal Products for Human Use ( CHMP ) del 18 dicembre 2014 ed è applicabile in tutti i 28 Stati membri dell’Unione Europea, oltre che in Islanda, Liechtenstein e Norvegia.

La Levodopa è ancora oggi il farmaco più efficace per il trattamento della malattia di Parkinson, ma l’uso prolungato nel tempo comporta l’insorgenza di complicanze motorie che non sono controllate dalla attuale terapia.
Un approccio alternativo potrebbe essere quello di usare terapie che hanno anche un’azione non-dopaminergica, per migliorare il controllo delle complicanze motorie, oltre che l’efficacia sui sintomi motori, senza aumentare la dose di Levodopa, che porterebbe solo ad un peggioramento delle fluttuazioni.

Xadago ha dimostrato una rapida efficacia d’azione associata a un miglioramento del tempo ON/OFF, senza aumentare il rischio di sviluppare discinesie per almeno 2 anni, come dimostrato in uno studio clinico in doppio cieco, controllato verso placebo, in pazienti in trattamento stabile per la malattia di Parkinson.

Xadago ha un esclusivo duplice meccanismo d’azione: inibizione altamente selettiva e reversibile delle MAO-B e modulazione del rilascio eccessivo del glutammato tramite il blocco stato-dipendente dei canali del sodio. Poiché l’eccessivo rilascio di glutammato è implicato nella eziologia delle discinesie, Xadago potrebbe prevenire o controllare le discinesie indotte dall’uso di Levodopa nei pazienti con malattia di Parkinson. ( Xagena2015 )

Fonte: Zambon, 2015

Neuro2015 Farma2015


Indietro

Altri articoli

La Levodopa è il trattamento principale per i sintomi della malattia di Parkinson. Determinare se la Levodopa abbia anche un...


I pazienti con malattia di Parkinson trattati cronicamente con Levodopa hanno comunemente un inizio ritardato o imprevedibile dei benefici dopo...


È stata valutata la relazione tra lo sviluppo della discinesia indotta da Levodopa ( LID ) e i cambiamenti longitudinali...


Si è determinato se aumentare le dosi fisse di Carbidopa di 65 o 105 mg ( ODM-101/65 e ODM-101/105 )...


È stata valutata la frequenza della discinesia in una coorte di pazienti con malattia di Parkinson basata sulla popolazione. La...


Il trattamento con Levodopa nella malattia di Parkinson può contribuire a diminuire la pressione aortica centrale ( CAP ), che...


Sono stati riportati i risultati di una indagine, effettuata in Italia, volta a quantificare l'attuale livello di diffusione del...


Sono stati pubblicati i risultati di uno studio di fase 2 riguardanti Dipraglurant, un candidato farmaco per i pazienti con...


È stato valutato l'effetto del gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( sospensione enterale Carbidopa-Levodopa; Duopa; Duodopa ) nei pazienti con malattia di...


Diversi studi sul gel intestinale Levodopa-Carbidopa ( LCIG; Duodopa ) hanno mostrato una riduzione significativa del tempo OFF e un...