Consumo di alcol e rischio di adenocarcinoma esofageo e del cardias


Per fornire una quantificazione precisa della associazione tra consumo di alcol e rischio di adenocarcinoma dell’esofago e del cardias, è stata condotta una meta-analisi dei dati disponibili.

Sono stati identificati 20 studi caso-controllo e 4 studi di coorte, per un totale di 5.500 casi.

Il rischio relativo ( RR ) per i bevitori versus i non-bevitori è stato pari a 0.96 in generale, 0.87 per adenocarcinoma esofageo e 0.89 per adenocarcinoma gastrico del cardias.

Rispetto ai non-bevitori, i rischi relativi aggregati sono stati 0.86 per lieve consumo di alcol ( uguale o inferiore a 1 bicchiere al giorno ), 0.90 per consumo moderato ( da 1 a meno di 4 bicchieri al giorno ) e 1.16 per consumo pesante ( uguale o superiore a 4 bicchieri al giorno ).

Il modello dose-rischio ha trovato un minimo a 25 g/giorno, e la curva è stata inferiore a 1 fino a 70 g/giorno.

In conclusione, questa meta-analisi ha fornito prove definitive di una assenza di associazione tra consumo di alcol e rischio di adenocarcinoma di esofago e cardias, anche a dosi di consumo più elevate. ( Xagena2012 )

Tramacere I et al, Ann Oncol 2012; 23: 287-297

Onco2012 Gastro2012



Indietro

Altri articoli

La chemioterapia e la chirurgia perioperatoria sono uno standard di cura per l'adenocarcinoma gastroesofageo operabile. La terapia anti-HER2 migliora la...


La disregolazione della via di segnalazione della transizione mesenchimale-epiteliale ( MET ) è associata a prognosi infausta nell’adenocarcinoma gastroesofageo. Sono stati...


È stata valutata l'efficacia dell’aggiunta di Lapatinib ( Tykerb ) a Capecitabina ( Xeloda ) e Oxaliplatino ( Eloxatin )...



La chemioterapia neoadiuvante viene impiegata nella gestione della maggior parte degli adenocarcinomi resecabili esofagei e della giunzione esofago-gastrica. Tuttavia, la...


L’esofago di Barrett è associato a un aumentato rischio di sviluppare adenocarcinoma esofageo. I pazienti con diagnosi nota di esofago...


Uno studio ha valutato la sicurezza e l’efficacia di uno schema di somministrazione modificato di Docetaxel, Cisplatino e Fluorouracile (...


Dopo resezione curativa, la prognosi dell’adenocarcinoma gastroesofageo non è favorevole.È stato disegnato uno studio di fase III per valutare il...


L’acalasia è un disturbo motorio dello sfintere esofageo inferiore, che non riesce a rilassarsi alla deglutizione. Anche se un maggior...