La chirurgia anti-reflusso non riduce l’incidenza di adenocarcinoma esofageo nei pazienti con esofago di Barrett


La meta-analisi compiuta da Ricercatori della North Carolina University a Chapel Hill negli Usa ha valutato se la procedura chirurgica anti-reflusso potesse ridurre l’incidenza di anedocarcinoma esofageo.

Tra i 1247 abstract selezionati , 34 hanno incontrato i criteri di inclusione.

L’incidenza di tumore nel gruppo sottoposto a procedura chirurgica anti-reflusso è stata di 3,8 tumori per 1000 pazienti/anno rispetto ai 5,3 nel gruppo trattato farmacologicamente ( p=0,29 ).

Non è stata neppure osservata una differenza significativa nell’incidenza di tumore quando si sono confrontatati i dati negli ultimi 5 anni ( 3,8/1000 pazienti anno versus 4,2/1000 pazienti anno, rispettivamente; p=0.33 ).

Secondo gli Autori il rischio di adenocarcinoma nei pazienti con esofago di Barrett è basso e la procedura chirurgica anti-reflusso non ne riduce l’incidenza in modo significativo. ( Xagena2003 )

Corey KE et al, Am J Gastroenterol 2003; 98: 2390-2394


Gastro2003


Indietro

Altri articoli

La chemioterapia e la chirurgia perioperatoria sono uno standard di cura per l'adenocarcinoma gastroesofageo operabile. La terapia anti-HER2 migliora la...


La disregolazione della via di segnalazione della transizione mesenchimale-epiteliale ( MET ) è associata a prognosi infausta nell’adenocarcinoma gastroesofageo. Sono stati...


È stata valutata l'efficacia dell’aggiunta di Lapatinib ( Tykerb ) a Capecitabina ( Xeloda ) e Oxaliplatino ( Eloxatin )...



La chemioterapia neoadiuvante viene impiegata nella gestione della maggior parte degli adenocarcinomi resecabili esofagei e della giunzione esofago-gastrica. Tuttavia, la...


L’esofago di Barrett è associato a un aumentato rischio di sviluppare adenocarcinoma esofageo. I pazienti con diagnosi nota di esofago...


Per fornire una quantificazione precisa della associazione tra consumo di alcol e rischio di adenocarcinoma dell’esofago e del cardias, è...


Uno studio ha valutato la sicurezza e l’efficacia di uno schema di somministrazione modificato di Docetaxel, Cisplatino e Fluorouracile (...


Dopo resezione curativa, la prognosi dell’adenocarcinoma gastroesofageo non è favorevole.È stato disegnato uno studio di fase III per valutare il...


L’acalasia è un disturbo motorio dello sfintere esofageo inferiore, che non riesce a rilassarsi alla deglutizione. Anche se un maggior...