Le donne anziane che fanno uso di antidepressivi o narcotici presentano un maggior rischio di fratture non vertebrali


I Ricercatori dello Study of Osteoporotic Fractures Research si sono posti l’obiettivo di verificare se l’impiego dei farmaci attivi sul Sistema Nervoso Centrale ( benzodiazepine , antidepressivi , anticonvulsivanti e narcotici ) potesse aumentare il rischio di fratture nelle donne anziane.

Lo studio è stato condotto su 8.127 donne anziane.

Durante un periodo di follow-up medio di 4,8 anni, 1256 donne (15%) sono andate incontro ad almeno una frattura non vertebrale, tra cui 288 (4%) con prima frattura dell’anca.

Le donne che facevano uso di narcotici o di antidepressivi hanno presentato un maggiore rischio di subire fratture non vertebrali.

Le donne che assumevano antidepressivi triciclici o SSRI ( inibitori del reuptake della serotonina ) hanno presentato una similare incidenza di fratture.

Non è stata, invece, osservata alcuna associazione tra uso di benzodiazepine o di farmaci anticonvulsivanti e rischio di fratture non vertebrali.

Le donne che fanno uso di farmaci antidepressivi rispetto a quelle che non ne assumono presentano un aumento del rischio di fratture all’anca di 1,7 volte. ( Xagena2003 )

Ensrud KE et al, Arch Intern Med 2003; 163:949-957



Gyne2003


Indietro

Altri articoli

Il Naloxone ( Narcan ), una molecola di sintesi derivata dall'Ossimorfone, è un antagonista competitivo degli oppioidi a livello di...


La sindrome intestinale da narcotici si riferisce a dolore addominale cronico aggravato dall’uso di narcotici.I Ricercatori della Mayo Clinic di...


Lo studio ha determinato l’efficacia del Desametasone nel ridurre il dolore dopo tonsillectomia negli adulti con almeno 13 mm alla...


XagenaFarmaci_2007 L’associazione tra l’uso di analgesici non-narcotici, particolarmente Acetaminofene ( anche noto come Paracetamolo ), ed il rischio di ipertensione...