I livelli di Ghrelina rappresentano un buon marker dello stato nutrizionale nei bambini obesi e negli adolescenti con anoressia nervosa


Ricercatori spagnoli hanno valutato l’influenza che la dieta può avere sui livelli plasmatici di Ghrelina nei bambini obesi e negli adolescenti con anoressia nervosa.

Hanno partecipato allo studio 16 bambini con obesità in età prepuberale e 16 adolescenti anoressici.

Sono stati messi a confronto i livelli plasmatici di Ghrelina e la loro relazione con i livelli plasmatici di leptina, insulina, fattore di crescita insulino-simile I ( IGF-I ), proteina che si lega al fattore di crescita insulino-simile 1 ( IGFBP-1 ), proteina che si lega al fattore di crescita insulino-simile 2 ( IGFBP-2 ), proteina che si lega al fattore di crescita insulino-simile 3 ( IGFBP-3 ) e la concentrazione dell’ ormone della crescita prima e dopo la dieta.

Alla diagnosi, i livelli di Ghrelina sono risultati significativamente diminuiti nei bambini obesi ( del 52% rispetto ai livelli di controllo ) e significativamente aumentati negli adolescenti con anoressia nervosa ( del 164% rispetto ai controlli ).

Dopo la dieta, i livelli di Ghrelina sono aumentati nei pazienti obesi ma senza raggiungere i livelli di controllo, anche dopo una riduzione del 50% dell’indice di massa corporea ( BMI ).
Negli adolescenti con anoressia nervosa, i livelli di Ghrelina si sono normalizzati dopo un aumento del 25% dell’indice di massa corporea.

La Ghrelina è associata negativamente all’indice di massa corporea e positivamente ai livelli di IGFBP-1 nei controlli, ma non nei bambini obesi o negli adolescenti con anoressia nervosa, alla diagnosi.

Dopo la dieta è stata osservata una correlazione positiva tra la Ghrelina e IGFBP-1. ( Xagena2004 )

Soriano-Guillén L et al, J Pediatrics 2004; 144: 36


Pedia2004


Indietro

Altri articoli

L'indice di massa corporea estremo ( BMI, molto alto o molto basso ) è stato associato a un aumentato rischio...


L'obesità infantile è un fattore di rischio significativo per le malattie cardiovascolari in età adulta. Sebbene il rimodellamento ventricolare sia...


L'obesità infantile è sempre più associata al diabete mellito di tipo 2. La Metformina ( Glucophage ) riduce il rischio...


E' stata verificata l'ipotesi che la steatosi epatica sia associata a fattori di rischio per il diabete mellito di tipo...


L’obesità in età adolescenziale è un problema comune e grave che colpisce più di 5 milioni di giovani solo negli...


L'obesità tra gli adolescenti rappresenta un'importante problema di salute pubblica.Oltre alla terapia comportamentale, il trattamento con Sibutramina ( Reductil /...


Ricercatori del Sibutramine Adolescent Study Group hanno valutato l’effetto della Sibutramina ( Meridia/Reductil ) nel ridurre il peso corporeo rispetto...


L’obesità nell’infanzia è associata ad un aumento dell’incidenza di diabete di tipo 2 nell’età adulta. Lo studio ha...


L’obesità nell’infanzia è associata ad un aumento dell’incidenza di diabete di tipo 2 nell’età adulta. Lo studio ha...