Il trattamento dell'apnea ostruttiva del sonno può ridurre il rischio di demenza


Il trattamento con pressione positiva delle vie aeree è stato associato a una minore probabilità di malattia di Alzheimer incidente e altri tipi di demenza negli anziani affetti da apnea ostruttiva del sonno.

I ricercatori del Michigan Medicine's Sleep Disorders Center ( Stati Uniti ) hanno condotto uno studio retrospettivo su 53.321 beneficiari del programma di assicurazione medica Medicare ( 59% uomini; 90% bianchi non-ispanici ) di età pari o superiore a 65 anni a cui era stata diagnosticata apnea ostruttiva del sonno prima del 2011.

I partecipanti sono stati valutati per sindromi neurocognitive di recente identificazione nel periodo compreso tra il 2011 e il 2013.

Al 78% dei partecipanti con apnea ostruttiva del sonno è stata prescritta la terapia PAP ( ventilazione notturna a pressione positiva ) e il 74% ha dimostrato evidenza di aderenza alla terapia PAP.

La terapia PAP è risultata associata a più bassa probabilità di diagnosi di malattia di Alzheimer incidente ( odds ratio, OR = 0.78; IC 95%, 0.69-0.89 ) e demenza non-altrimenti specificata ( OR = 0.69; IC 95%, 0.55-0.85 ) nei modelli aggiustati.

I ricercatori hanno osservato una minore probabilità di lieve deterioramento cognitivo che si avvicinava alla significatività statistica tra quelli trattati con la terapia PAP ( OR = 0.82; IC 95%, 0.66-1.02 ).

L'aderenza alla terapia PAP è stata anche associata a minore probabilità di diagnosi di Alzheimer incidente ( OR = 0.65; IC 95%, 0.56-0.76 ).

Questi risultati hanno sottolineato l'impatto del sonno sulla funzione cognitiva.

I dati dello studio, basati sulla popolazione, hanno evidenziato un ruolo potenzialmente protettivo per la terapia PAP sul rischio di demenza a breve termine negli anziani con apnea ostruttiva del sonno.
Sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare i meccanismi che sono alla base di questa associazione; tuttavia, se esiste una via causale, il trattamento della apnea ostruttiva del sonno può offrire nuove opportunità per migliorare i risultati cognitivi negli anziani con apnea ostruttiva del sonno. ( Xagena2021 )

Fonte: Sleep, 2021

Neuro2021 Pneumo2021



Indietro

Altri articoli

La frammentazione del sonno indotta da risvegli ripetitivi è un segno distintivo dell'apnea ostruttiva del sonno ( OSA ). La...


Uno studio ha evidenziato una associazione indipendente tra apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) e presenza e burden di...


Sebbene le linee guida pediatriche abbiano delineato soglie aggiornate per la pressione arteriosa elevata ( eBP ) nei giovani e...


Molti pazienti con BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) soffrono di apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) e obesità,...


I bambini con apnea ostruttiva del sonno hanno presentato in tempi successivi un aumento del rischio di ipertensione nel caso...


I bambini con apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) sono a maggior rischio di enuresi notturna. Tuttavia, mancano studi...


L'efficacia dei trattamenti chirurgici per l'apnea ostruttiva del sonno ( OSA ) è variabile se si considera solo l'indice AHI...


La Commissione Europea ha approvato Sunosi ( Solriamfetol ) per migliorare la veglia e ridurre l'eccessiva sonnolenza diurna ( EDS...


Sunosi, che contiene il principio attivo Solriamfetol, è un medicinale indicato per migliorare lo stato di veglia e ridurre l’eccessiva...