Ipertensione arteriosa polmonare, sottostudio emodinamico SERAPHIN: effetto dell'antagonista duale del recettore della endotelina Macitentan sui parametri emodinamici e sui livelli di NT-proBNP e progressione della malattia


L'effetto di Macitentan ( Opsumit ) sui parametri emodinamici e sui livelli di NT-proBNP è stato valutato nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) nello studio SERAPHIN. 
È stata studiata l’associazione tra questi parametri e la progressione della malattia, valutata per l'endpoint primario ( tempo al primo evento di morbilità / mortalità ).

Dei 742 pazienti randomizzati, 187 con cateterizzazione cardiaca destra al basale e al mese 6 hanno partecipato a un sotto-studio emodinamico. 

Gli endpoint prespecificati hanno incluso variazioni rispetto al basale di indice cardiaco al mese 6, pressione atriale destra, pressione arteriosa polmonare media, resistenza vascolare polmonare, saturazione di ossigeno venoso mista, e NT-proBNP [ frammento N-terminale del peptide natriuretico di tipo pro-B ].

Macitentan ha migliorato indice cardiaco, pressione atriale destra, pressione arteriosa polmonare media, resistenza vascolare polmonare e NT-proBNP rispetto al placebo al mese 6.

I livelli assoluti di indice cardiaco, resistenza vascolare polmonare e NT-proBNP al basale e al mese 6, ma non i loro cambiamenti, sono stati associati a eventi di morbilità / mortalità. 

I pazienti con indice cardiaco maggiore di 2.5 l/min/m2, resistenza vascolare polmonare minore di 8 mm Hg, o NT-proBNP inferiore a 750 fmol/ml al mese 6 hanno avuto un minor rischio di morbilità / mortalità rispetto a quelli che non hanno soddisfatto queste soglie ( hazard ratio, HR=0.49; HR=0.72; HR=0.22, rispettivamente ).

In conclusione, per tutti i gruppi di trattamento, i valori al basale e al mese 6 di indice cardiaco, resistenza vascolare polmonare e NT-proBNP, ma non i loro cambiamenti, sono risultati associati a eventi di morbilità / mortalità, confermando la loro rilevanza nel predire la progressione della malattia nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare. 
Migliorando tali parametri, Macitentan ha aumentato la probabilità di raggiungere valori di soglia associati a un minore rischio di morbilità / mortalità. ( Xagena2017 )

Galiè N et al, Eur Heart J 2017; 38: 1147-1155

Cardio2017 Pneumo2017 Farma2017


Indietro

Altri articoli

Riociguat ( Adempas ) e gli inibitori della fosfodiesterasi-5 ( inibitori PDE5; PDE5i ), approvati per il trattamento dell'ipertensione arteriosa...


L'ipertensione arteriosa polmonare è caratterizzata da rimodellamento vascolare polmonare, proliferazione cellulare ed esiti a lungo termine sfavorevoli. La segnalazione della...


A 26 settimane, nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) di nuova diagnosi, la tripla terapia orale in...


I livelli di NT-proBNP ( frammento N-terminale del propeptide natriuretico cerebrale ) sono inclusi nell'approccio di valutazione del rischio multiparametrico...


Nell'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ), la terapia combinata rappresenta una importante strategia di trattamento. Sebbene siano disponibili dati di studi...


REHAP è un registro volontario, osservazionale spagnolo di pazienti con ipertensione arteriosa polmonare. È stata analizzata l'esperienza di uso e di...


L'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) è una complicanza rara e grave della sindrome di Sjögren primaria ( pSS ). Studi...


La sclerosi sistemica è una delle principali cause di ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ). I modelli murini hanno indicato...


I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) trattati con Ralinepag, in aggiunta alla terapia di base singola o...


L'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) è una condizione che può portare a insufficienza ventricolare destra e morte prematura. Mentre...