Riociguat efficace per l’ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo: studi PATENT-1 e PATENT-2


Lo studio di 12 settimane, di fase III, PATENT-1 ( Pulmonary Arterial hyperTENsion sGC-stimulator Trial ) ha esaminato Riociguat ( Adempas ) nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare.
È stata effettuata una analisi prospettica della sicurezza e dell'efficacia di Riociguat nel sottogruppo di pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo.

I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo sono stati ulteriormente classificati post hoc come affetti da ipertensione arteriosa polmonare associata a sclerosi sistemica o da malattia del tessuto connettivo definita con altra ipertensione arteriosa polmonare.

Nello studio PATENT-1, i pazienti hanno ricevuto Riociguat ( massimo 2.5 o 1.5 mg 3 volte al giorno ) oppure placebo.
Gli endpoint di efficacia hanno incluso il cambiamento dal basale nella distanza percorsa a piedi in 6 minuti ( 6MWD; endpoint primario ), l’emodinamica e la classe funzionale WHO.
Nella estensione a lungo termine PATENT-2, i pazienti hanno ricevuto Riociguat ( massimo 2.5 mg 3 volte al giorno ); gli endpoint primari erano la sicurezza e la tollerabilità.

Nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo, Riociguat ha aumentato i valori medi di 6MWD, classe funzionale WHO, resistenza vascolare polmonare e indice cardiaco.
I miglioramenti di 6MWD e classe funzionale WHO si sono mantenuti anche dopo 2 anni.

La sopravvivenza a 2 anni dei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo è stata la stessa per l’ipertensione arteriosa polmonare idiopatica ( 93% ).

Riociguat ha mostrato un profilo di sicurezza nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo simile a quello della popolazione generale.

In conclusione, Riociguat è risultato ben tollerato e associato a un trend positivo in 6MWD e altri endpoint, che si sono mantenuti a 2 anni nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare associata a malattia del tessuto connettivo. ( Xagena2017 )

Humbert M et al, Ann Rheum Dis 2017; 76: 422-426

Cardio2017 Pneumo2017 Reuma2017 Farma2017


Indietro

Altri articoli

Riociguat ( Adempas ) e gli inibitori della fosfodiesterasi-5 ( inibitori PDE5; PDE5i ), approvati per il trattamento dell'ipertensione arteriosa...


L'ipertensione arteriosa polmonare è caratterizzata da rimodellamento vascolare polmonare, proliferazione cellulare ed esiti a lungo termine sfavorevoli. La segnalazione della...


A 26 settimane, nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) di nuova diagnosi, la tripla terapia orale in...


I livelli di NT-proBNP ( frammento N-terminale del propeptide natriuretico cerebrale ) sono inclusi nell'approccio di valutazione del rischio multiparametrico...


Nell'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ), la terapia combinata rappresenta una importante strategia di trattamento. Sebbene siano disponibili dati di studi...


REHAP è un registro volontario, osservazionale spagnolo di pazienti con ipertensione arteriosa polmonare. È stata analizzata l'esperienza di uso e di...


L'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) è una complicanza rara e grave della sindrome di Sjögren primaria ( pSS ). Studi...


La sclerosi sistemica è una delle principali cause di ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ). I modelli murini hanno indicato...


I pazienti con ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) trattati con Ralinepag, in aggiunta alla terapia di base singola o...


L'ipertensione arteriosa polmonare ( PAH ) è una condizione che può portare a insufficienza ventricolare destra e morte prematura. Mentre...