Tiotropio più efficace dell’Ipratropio nel trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva


Il Tiotropio ha prodotto significativi miglioramenti nella funzione polmonare, nella dispnea, nella frequenza di esacerbazione e nella qualità della vita della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) rispetto all’Ipratropio.
Il Tiotropio è un nuovo farmaco che agisce in modo prolungato sul recettore M3.
Dopo un anno di trattamento un più elevato numero di pazienti ha raggiunto un miglioramento clinico della funzione polmonare rispetto all’Ipratropio (52% versus 35%, rispettivamente).
Il Tiotropio ha dimostrato una significativa riduzione nella frequenza dell’esacerbazione del 24% sempre rispetto all’Ipratropio.
Non sono state osservate significative differenze nelle reazioni avverse, che hanno condotto all’interruzione del trattamento: 10,1% per il Tiotropio e 12,8% per l’Ipratropio.
Un numero maggiore di pazienti trattati con il Tiotropio ha presentato secchezza delle fauci (12,1% vs 6,1%) rispetto a quelli trattati con Ipratropio.


Xagena2002


Indietro

Altri articoli

Alcuni studi hanno suggerito un aumentato rischio di morbilità e mortalità cardiovascolare associato all'uso di Ipratropio bromuro ( Atrovent )....