Disturbo bipolare: efficacia del trattamento con e senza Litio


I sali di Litio, in passato cardine della terapia per il disturbo bipolare, comportano problemi di tollerabilità a un dosaggio più alto, che spesso limitano l'aderenza alla terapia.

Lo studio Lithium Treatment Moderate-Dose Use Study ( LiTMUS ) ha esaminato l'efficacia comparativa di dosaggi più tollerabili di Litio come parte di un trattamento personalizzato ottimizzato ( OPT ).

Sono stati assegnati in modo casuale 283 pazienti ambulatoriali con disturbo bipolare a 6 mesi di dosaggi in aperto, flessibili, moderati di Litio, più trattamento personalizzato ottimizzato oppure 6 mesi di solo trattamento ottimizzato personalizzato.

Le misure di esito primario erano rappresentate dai punteggi alla scala CGI-BP-S ( Clinical Global Impression Scale for Bipolar Disorder Severity ) e gli aggiustamenti clinici necessari ( regolazioni dei farmaci a cadenza mensile ).
Le misure secondarie di esito hanno compreso i sintomi relativi all’umore e la funzionalità.
Sono stati valutati anche la remissione ( definita come un punteggio CGI-BP-S minore o uguale a 2 per 2 mesi ) e il trattamento con antipsicotici di seconda generazione.

Si è ipotizzato che il Litio più il trattamento ottimizzato personalizzato possa tradursi in un maggiore miglioramento clinico e in un minor numero di regolazioni cliniche necessarie.

Non è stato osservato alcun vantaggio statisticamente significativo dovuto al Litio più trattamento personalizzato ottimizzato sul punteggio della scala CGI-BP-S, sui necessari aggiustamenti clinici, o nella proporzione di remissione sostenuta.

Entrambi i gruppi hanno avuto esiti simili in misurazioni cliniche e funzionali secondarie.

Un minor numero di pazienti nel gruppo con Litio più trattamento personalizzato ottimizzato ha ricevuto antipsicotici di seconda generazione rispetto al gruppo con il solo trattamento personalizzato ottimizzato ( 48.3% e 62.5%, rispettivamente ).

In conclusione, in questo studio di efficacia comparativa, un dosaggio moderato ma tollerato di Litio più il trattamento personalizzato ottimizzato non ha comportato alcun vantaggio sintomatico se confrontato con il solo trattamento personalizzato ottimizzato, ma il gruppo Litio più trattamento personalizzato ottimizzato ha avuto una minore esposizione agli antipsicotici di seconda generazione.

Solo circa un quarto dei pazienti in entrambi i gruppi ha raggiunto la remissione sostenuta dei sintomi.
Questi risultati hanno evidenziato la natura persistente e cronica del disturbo bipolare così come l’entità dei bisogni insoddisfatti nel suo trattamento. ( Xagena2013 )

Nierenberg AA et al, Am J Psychiatry 2013; 170: 1: 102-110

Psyche2013 Farma2013


Indietro

Altri articoli

Non ci sono dati certi riguardo ai rischi nell'uso del Litio durante la gravidanza nelle donne con disturbo bipolare. E'...


Uno studio di fase 3 ha valutato l'efficacia, la sicurezza e la tollerabilità di Cariprazina a basso e ad alto...


I risultati di uno studio in doppio-cieco, randomizzato, a gruppi paralleli, controllato con placebo, fattoriale 2x2 ( CEQUEL ) ha...


Il Litio ha mostrato di essere sicuro ed efficace nella gestione dei sintomi del disturbo bipolare di tipo I nella...


I disturbi psichiatrici sono noti per essere prevalenti nella sclerosi multipla. L'obiettivo di uno studio è stato quello di esaminare...


Ci sono dati limitati sulla prevalenza delle disfunzioni sessuali nei pazienti con disturbo bipolare in trattamento con Litio ( Carbolithium...


Uno studio ha valutato l'effetto della Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) sulla disfunzione sessuale correlata al trattamento con Litio (...


Sono disponibili poche informazioni sulla necessità di modificare il dosaggio di Lamotrigina ( Lamictal ) in donne in gravidanza con...


Uno studio ha stimato l'incidenza e il rischio relativo di ictus e di mortalità per qualsiasi causa post-ictus tra i...