Predittori di recidiva del disturbo depressivo maggiore


Un totale di 201 pazienti con disturbo depressivo maggiore di quattro ospedali in Malesia sono stati seguiti per 5 anni per determinare i fattori prognostici del disturbo depressivo maggiore ricorrente con l'obiettivo di migliorare la gestione dei pazienti con questa patologia.

Per ogni singolo paziente, al momento del reclutamento nell'ambito dello studio caso-controllo, sono state raccolte informazioni sui recenti eventi minaccianti la vita, personalità e funzionamento sociale e occupazionale, e sono stati raccolti campioni di sangue per genotipizzare polimorfismi a singolo nucleotide del recettore della vitamina D ( VDR ), geni del trasportatore di zinco-3 ( ZnT3 ), trasportatore della dopamina-1 ( DAT1 ), fattore neurotrofico derivato dal cervello ( BDNF ), recettore della serotonina 1A ( HT1A ) e 2A ( HT2A ).

Gli individui con disturbo depressivo maggiore grave nei precedenti episodi depressivi maggiori presentavano un rischio cinque volte e mezzo più elevato di sviluppare recidive rispetto ai pazienti con disturbo depressivo lieve e moderato ( hazard ratio, HR = 5.565, IC al 95% = 1.631-18.994, p = 0.006 ).

Gli individui con un più alto punteggio nell'evitamento sociale avevano un rischio tre volte e mezzo più elevato di recidiva di disturbo depressivo maggiore ( HR = 3.525, IC al 95% = 1.349-9.209; p = 0.010 ).

E' stata riscontrata una significativa interazione tra polimorfismo a singolo nucleotide ApaI +64978C>A e gravità della malattia.

L'hazard ratio è aumentato di 6.4 volte per il disturbo depressivo maggiore da lieve e moderato a grave per il genotipo A/A mentre quello per il genotipo C/A è aumentato di 11.3 volte.

L'evitamento sociale e la gravità della depressione al primo episodio erano prognostici di recidiva.

Lo screening per i fattori di personalità al primo incontro con i pazienti con disturbo depressivo maggiore deve essere considerato come parte della pratica clinica.
Per coloro che sono a rischio di ricorrenza in relazione all'evitamento sociale, l'intervento psicologico dovrebbe essere personalizzato per concentrarsi su questo fattore modificabile. ( Xagena2020 )

Lye M-S et al, PLoS One 2020; 15: e0230363. doi: 10.1371 / journal.pone.0230363. eCollection

Psyche2020



Indietro

Altri articoli

E' stata condotta una meta-analisi di studi randomizzati in doppio cieco controllato con placebo che ha esaminato l'efficacia, la tollerabilità...


Da uno studio è emerso che il Testosterone transdermico addizionale è risultato ben tollerato ma non più efficace del placebo...


La Commissione europea ha approvato Spravato ( Esketamina spray nasale ), in associazione a un inibitore selettivo della ricaptazione della...


La neurotrasmissione alterata dell'acido gamma-aminobutirrico ( GABA ) è stata implicata nella patogenesi della depressione. Non è noto se Zuranolone...



Brintellix, il cui principio attivo è la Vortioxetina, trova indicazione nel trattamento del disturbo depressivo maggiore negli adulti. Nel disturbo...


Si ritiene che il meccanismo d’azione di Vortioxetina ( Brintellix ) correli con la sua attività diretta di modulazione dei recettori...


Uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e con sostanza attiva ( Duloxetina 60 mg [...


La disfunzione sessuale è comune con gli antidepressivi serotoninergici, inclusi gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina ( SSRI )...