Terapia aggiuntiva con Aripiprazolo a Escitalopram nei pazienti con disturbo depressivo maggiore e dipendenza da alcol


È stato segnalato che il trattamento efficace della depressione riduce la gravità del consumo di alcol, potenzialmente riflettendo miglioramenti nei circuiti di ricompensa cerebrali comuni.

È stato ipotizzato che il potenziamento della terapia a base di Escitalopram ( Cipralex ) con Aripiprazolo ( Abilify ) potrebbe migliorare i sintomi depressivi e ridurre il desiderio di alcol e l'attività cerebrale indotta dallo stimolo in pazienti con concomitanti dipendenza da alcol e disturbo depressivo maggiore, rispetto al trattamento con il solo Escitalopram.

Un totale di 35 soggetti con disturbo depressivo maggiore e dipendenza da alcol sono stati reclutati e randomizzati ad Aripiprazolo più Escitalopram ( n=17 ) o al solo Escitalopram ( n=18 ).

Al basale e dopo 6 settimane di trattamento, i sintomi della depressione, il desiderio di alcol e l'attività cerebrale sono stati valutati.

Durante il periodo di trattamento di 6 settimane, i punteggi Beck Depression Inventory e indice di gravità globale clinica ( CGI-S ) sono diminuiti sia nel gruppo Aripiprazolo più Escitalopram che nel gruppo Escitalopram da solo.

Inoltre, a seguito del periodo di trattamento, i punteggi alla scala AUQ-K ( Korean Alcohol Urge Questionnaire ) nel gruppo Aripiprazolo più Escitalopram sono stati ridotti da 23.3 a 14.3, rispetto a quelli del gruppo Escitalopram da 21.6 a 19.3 ( F=13.1, P minore di 0.01 ).

L'attività a livello del cingolo anteriore è aumentata in risposta alla presentazione di scene raffiguranti consumo di alcol dopo il trattamento nel gruppo Aripiprazolo più Escitalopram.

Il cambio di attività cerebrale nel cingolo anteriore sinistro in tutti i pazienti con concomitanti dipendenza da alcol e depressione maggiore è stato negativamente correlato con la variazione del desiderio di alcol.

Questi risultati suggeriscono che gli effetti di Aripiprazolo sulla corteccia cingolata anteriore potrebbero mediare il successo nel trattamento della dipendenza da alcol nei pazienti con disturbo depressivo maggiore. ( Xagena2013 )

Han DH et al, J Psychopharmacol 2013; Epub ahead of print


Psyche2013 Farma2013


Indietro

Altri articoli

Un totale di 201 pazienti con disturbo depressivo maggiore di quattro ospedali in Malesia sono stati seguiti per 5 anni...


E' stata condotta una meta-analisi di studi randomizzati in doppio cieco controllato con placebo che ha esaminato l'efficacia, la tollerabilità...


Da uno studio è emerso che il Testosterone transdermico addizionale è risultato ben tollerato ma non più efficace del placebo...


La Commissione europea ha approvato Spravato ( Esketamina spray nasale ), in associazione a un inibitore selettivo della ricaptazione della...


La neurotrasmissione alterata dell'acido gamma-aminobutirrico ( GABA ) è stata implicata nella patogenesi della depressione. Non è noto se Zuranolone...



Brintellix, il cui principio attivo è la Vortioxetina, trova indicazione nel trattamento del disturbo depressivo maggiore negli adulti. Nel disturbo...


Si ritiene che il meccanismo d’azione di Vortioxetina ( Brintellix ) correli con la sua attività diretta di modulazione dei recettori...


Uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e con sostanza attiva ( Duloxetina 60 mg [...


La depressione è comune dopo la sindrome coronarica acuta ( ACS ) e ha effetti negativi sulla prognosi. Ci sono...