Nessuna associazione tra attività e progressione della sclerosi multipla con virus EBV o tabacco


Si è valutato se i livelli di anticorpi immunoglobuline G ( IgG ) per il virus di Epstein-Barr ( EBV ) o l'uso del tabacco siano associati alla conversione a sclerosi multipla o alla progressione / attività della sclerosi multipla nei pazienti con sindrome clinicamente isolata ( CIS ).

In uno studio prospettico longitudinale sono stati misurati i livelli di anticorpi IgG contro EBV e di cotinina ( biomarcatore del consumo di tabacco ) fino a 4 momenti temporali ( basale, mesi 6, 12 e 24 ) tra i 468 partecipanti affetti da sindrome clinicamente isolata arruolati nello studio BENEFIT ( Betaferon / Betaseron in Newly Emerging Multiple Sclerosis for Initial Treatment ).

I risultati comprendevano il tempo alla conversione a clinicamente definita o sclerosi multipla secondo i criteri di McDonald, il numero di ricadute, cambiamenti alla scala EDSS ( Expanded Disability Status Scale ), variazioni di volume del cervello e delle lesioni in T2, e numero di nuove lesioni attive in 5 anni.

Le analisi sono state aggiustate per età, sesso, trattamento, livelli basali di 25-idrossivitamina D, numero di lesioni in T2, indice di massa corporea ( BMI ), punteggio alla scala EDSS, trattamento con steroidi, e tipo di esordio di sindrome clinicamente isolata.

Non è stata trovata alcuna associazione tra i livelli di anticorpi IgG contro EBV o cotinina con la conversione da sindrome clinicamente isolata a sclerosi multipla o la progressione della sclerosi multipla come misurato dalla scala EDSS o attività clinica o alla risonanza magnetica.

Il rischio relativo di conversione da sindrome clinicamente isolata a sclerosi multipla clinicamente definita è stato pari a 1.14 per il più alto versus il più basso quintile dei livelli di IgG EBNA-1, e 0.96 per i livelli di cotinina maggiori di 25 ng/ml versus minore di 10.

In conclusione, né un aumento dei livelli di anticorpi IgG contro EBV, compresi quelli contro EBNA-1, né i livelli elevati di cotinina indicativi del consumo di tabacco sono stati associati a un aumentato rischio di conversione di sindrome clinicamente isolata a sclerosi multipla, o alla attività o alla progressione della sclerosi multipla nel corso di 5 anni di follow-up. ( Xagena2015 )

Munger KL et al, Neurology 2015; 85: 1694-1701

Neuro2015 Inf2015


Indietro

Altri articoli

La combinazione di terapie farmacologiche per il trattamento della dipendenza da tabacco può aumentare l’astinenza dal fumo. È stata determinata...


L’analisi di decine di documenti non esaminati provenienti dall'industria del tabacco, resi disponibili nel 1998 come risultato di un accordo...


La dipendenza da tabacco è una condizione cronica, recidivante, che può richiedere trattamento prolungato.I Ricercatori dell’University of Pennsylvania a Filadelfia...


In precedenti studi, è stato riportato che l'esposizione prenatale agli idrocarburi policiclici aromatici e al fumo di tabacco ambientale post-natale...


Uno studio in doppio cieco, placebo controllato, a gruppi paralleli, multicentrico, randomizzato e controllato, condotto in cliniche svedesi e norvegesi...


Un gruppo di Ricercatori dell’University of British Columbia a Vancouver in Canada, si è posto l’obiettivo di determinare gli effetti...


Tre nuove terapie per il trattamento della dipendenza da tabacco sono in sviluppo. La Vareniclina ( Champix ) è un...


Uno studio compiuto da Ricercatori della Mayo Clinic ha valutato la relazione esistente tra consumo di tabacco, sintomi depressivi, risposte...


Una diminuzione nella produzione di interleuchina 10 ( IL-10 ) è stata documentata nei bambini e negli adulti affetti...