Effetto dell'Aspirina sui decessi associati alla sepsi negli anziani sani: studio ANTISEPSIS


La sepsi è un grave problema di salute globale e una delle principali cause di morte e disabilità. La disponibilità di una semplice strategia preventiva basata sulla comunità potrebbe ridurre sostanzialmente il peso della sepsi.

E' stato valutato se l'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) a basso dosaggio riduca i decessi o i ricoveri ospedalieri associati a sepsi negli anziani.

ANTISEPSIS era un sottostudio di ASPREE ( uno studio di prevenzione primaria controllato randomizzato di Aspirina a basso dosaggio, 100 mg al giorno, rispetto al placebo negli anziani residenti in comunità condotto in Australia e negli Stati Uniti ), con la coorte australiana inclusa nel sottostudio ANTISEPSIS.

I criteri di inclusione erano partecipanti di almeno 70 anni che non avevano malattie gravi. I partecipanti, i ricercatori e il personale non conoscevano l’assegnazione del trattamento.
Gruppi di ricercatori clinici specialisti hanno valutato i potenziali eventi di sepsi per stabilire se soddisfacessero l'endpoint primario di morte associata alla sepsi.

Tra il 2010 e il 2014, su 20.288 individui valutati per l'idoneità, sono stati arruolati 16.703 partecipanti di età pari o superiore a 70 anni all'ingresso nello studio e sono stati seguiti per una mediana di 4-6 anni.
8.322 partecipanti ( 49.8% ) sono stati assegnati a ricevere Aspirina e 8.381 ( 50.2% ) placebo.
203 decessi sono stati considerati associati alla sepsi.

L'analisi univariata ha mostrato tassi simili di morte associata a sepsi nei due gruppi di studio ( hazard ratio per l'Aspirina vs placebo, HR=1.08; P=0.57 ).

Gli eventi avversi erano stati precedentemente segnalati nello studio ASPREE.

Il trattamento quotidiano con Aspirina a basso dosaggio non ha ridotto i decessi associati alla sepsi negli anziani residenti in comunità.
I risultati non supportano l'uso dell'Aspirina come strategia di prevenzione primaria per ridurre il carico di sepsi in questa popolazione. ( Xagena2021 )

Eisen DP et al, Lancet Respiratory Medicine 2021; 9: 186-195

Med2021 Farma2021


Indietro

Altri articoli

Da uno studio di coorte osservazionale, è emerso che tra i pazienti ricoverati in ospedale con COVID-19 in forma moderata,...


Da uno studio randomizzato di fase 3 è emerso che l'uso di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) non ha prolungato...


I benefici di Ticagrelor ( Brilique ) e di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) hanno superato il rischio di emorragia...


La doppia terapia antiaggregante abbreviata seguita da un potente inibitore del recettore P2Y12 in monoterapia riduce il sanguinamento senza aumentare...


Un precedente ampio studio randomizzato ha indicato che la terapia con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico; ASA ) a basse dosi...


In studi randomizzati controllati, è stato dimostrato che i trattamenti combinati a dose fissa o polipillole riducono un composito di...


Circa un terzo dei pazienti che ricevono anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) per il trattamento della fibrillazione atriale e/o...


Nello studio AUGUSTUS ( An Open-Label, 2x2 Factorial, Randomized Controlled, Clinical Trial to Evaluate the Safety of Apixaban Versus Vitamin...


I pazienti con arteriopatia periferica che richiedono la rivascolarizzazione degli arti inferiori ( LER ) sono ad alto rischio di...