Effetto di Rivaroxaban e Aspirina nei pazienti con malattia delle arterie periferiche sottoposti a rivascolarizzazione chirurgica: studio VOYAGER PAD


I pazienti con arteriopatia periferica che richiedono la rivascolarizzazione degli arti inferiori ( LER ) sono ad alto rischio di eventi avversi agli arti e di eventi avversi cardiovascolari.
Lo studio VOYAGER PAD ( Vascular Outcomes Study of ASA Along With Rivaroxaban in Endovascular or Surgical Limb Revascularization for PAD ) ha dimostrato che Rivaroxaban ( Xarelto ) ha ridotto significativamente questo rischio.
L'efficacia e la sicurezza di Rivaroxaban non sono state descritte nei pazienti sottoposti a rivascolarizzazione chirurgica degli arti inferiori.

Lo studio VOYAGER PAD ha randomizzato pazienti con malattia arteriosa periferica dopo rivascolarizzazione chirurgica ed endovascolare a Rivaroxaban 2.5 mg due volte al giorno più Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) oppure placebo più Aspirina e li ha seguiti per una mediana di 28 mesi.

L'endpoint primario era un composito di ischemia acuta degli arti, amputazione vascolare maggiore, infarto miocardico, ictus ischemico o morte cardiovascolare.
Il principale esito di sicurezza era la trombolisi nel sanguinamento maggiore da infarto miocardico. Il sanguinamento secondo la International Society on Thrombosis and Haemostasis ( ISTH ) era un esito di sicurezza secondario. Tutti i risultati di efficacia e sicurezza sono stati giudicati da un Comitato indipendente in cieco.

Dei 6.564 pazienti randomizzati, 2.185 ( 33% ) sono stati sottoposti a rivascolarizzazione chirurgica degli arti inferiori e 4.379 ( 67% ) a rivascolarizzazione endovascolare.

Rispetto al placebo, Rivaroxaban ha ridotto l'endpoint primario in modo coerente indipendentemente dal metodo di rivascolarizzazione LER ( P per interazione 0.43 ).

Dopo rivascolarizzazione LER chirurgica, l'esito primario di efficacia si è verificato in 199 pazienti ( 18.4% ) nel gruppo Rivaroxaban e in 242 pazienti ( 22.0% ) nel gruppo placebo con un'incidenza cumulativa a 3 anni rispettivamente del 19.7% e del 23.9% ( hazard ratio, HR=0.81; P=0.026 ).

Nello studio complessivo, il sanguinamento maggiore TIMI ( Thrombolysis in Myocardial Infarction ) e il sanguinamento maggiore ISTH sono aumentati con Rivaroxaban.

Non c'è stata eterogeneità per il sanguinamento maggiore TIMI ( P interazione, 0.17 ) o il sanguinamento maggiore ISTH ( P interazione, 0.73 ) sulla base dell'approccio di rivascolarizzazione LER.

Dopo rivascolarizzazione LER chirurgica, il principale esito di sicurezza si è verificato in 11 pazienti ( 1.0% ) nel gruppo Rivaroxaban e in 13 pazienti ( 1.2% ) nel gruppo placebo; l'incidenza cumulativa a 3 anni è stata rispettivamente dell'1.3% e dell'1.4% ( HR, 0.88; P=0.75 ). Tra i pazienti chirurgici, il composito di sanguinamento fatale o emorragia intracranica ( P=0.95 ) e il sanguinamento postprocedurale che richiedeva un intervento ( P=0.93 ) non è significativamente aumentato.

L'efficacia di Rivaroxaban è associata a un beneficio nei pazienti sottoposti a rivascolarizzazione chirurgica degli arti inferiori.
Sebbene l'emorragia risulti aumentata con Rivaroxaban più Aspirina, l'incidenza è stata bassa, senza alcun aumento significativo di sanguinamenti fatali, emorragie intracraniche o sanguinamenti postprocedurali che richiedono un intervento. ( Xagena2021 )

Debus ES et al, Circulation 2021; 144: 1104-1116

Cardio2021 Chiru2021 Farma2021


Indietro

Altri articoli

Da uno studio di coorte osservazionale, è emerso che tra i pazienti ricoverati in ospedale con COVID-19 in forma moderata,...


Da uno studio randomizzato di fase 3 è emerso che l'uso di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) non ha prolungato...


I benefici di Ticagrelor ( Brilique ) e di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) hanno superato il rischio di emorragia...


La doppia terapia antiaggregante abbreviata seguita da un potente inibitore del recettore P2Y12 in monoterapia riduce il sanguinamento senza aumentare...


Un precedente ampio studio randomizzato ha indicato che la terapia con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico; ASA ) a basse dosi...


In studi randomizzati controllati, è stato dimostrato che i trattamenti combinati a dose fissa o polipillole riducono un composito di...


Circa un terzo dei pazienti che ricevono anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) per il trattamento della fibrillazione atriale e/o...


La sepsi è un grave problema di salute globale e una delle principali cause di morte e disabilità. La disponibilità...


Nello studio AUGUSTUS ( An Open-Label, 2x2 Factorial, Randomized Controlled, Clinical Trial to Evaluate the Safety of Apixaban Versus Vitamin...