I benefici della doppia terapia antipiastrinica Ticagrelor e Aspirina per l'ictus superano i rischi a 30 giorni


I benefici di Ticagrelor ( Brilique ) e di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) hanno superato il rischio di emorragia maggiore nei pazienti con ictus ischemico da lieve a moderato o ad alto rischio di attacco ischemico transitorio ( TIA ) durante 30 giorni di trattamento.

A causa dei loro effetti farmacologici, il trattamento a lungo termine con gli inibitori P2Y12 è associato a un aumentato rischio di sanguinamento, che ha suscitato interesse nel definire la durata della terapia con il miglior profilo rischio-beneficio.

Ricercatori hanno cercato di determinare i benefici e i rischi a breve termine di Ticagrelor con Aspirina nei pazienti con ictus ischemico acuto da lieve a moderato o TIA ad alto rischio nello studio THALES ( The Acute Stroke or Transient Ischemic Attack Treated with Ticagrelor and ASA for Prevention of Stroke and Death ).

Sono stati presi in considerazione 11.016 pazienti ( 5.523 nel gruppo Ticagrelor - Aspirina, 5.493 nel gruppo solo Aspirina; età media, 65 anni; 39% donne ) e hanno valutato l'incidenza cumulativa di risultati irreversibili di efficacia e sicurezza a vari intervalli durante i 30 giorni periodo di trattamento.
L'efficacia è stata classificata come eventi ischemici maggiori, definiti come un composito di ictus ischemico o morte non-emorragica, e la sicurezza come emorragia maggiore, definita come un composito di emorragia intracranica e sanguinamenti fatali.

I risultati hanno mostrato che la riduzione degli eventi ischemici maggiori da parte di Ticagrelor si è verificata nella prima settimana ( 4.1% versus 5.3%; riduzione del rischio assoluto = 1.15%; IC 95%, 0.36-1.94 ), e si è mantenuta per 30 giorni.
Inoltre, è stato osservato un aumento dell'emorragia maggiore durante la prima settimana, che è rimasta relativamente costante nelle settimane successive ( aumento del rischio assoluto = 0.3% ).
L'analisi cumulativa ha anche mostrato che l'impatto clinico netto ha favorito il gruppo Ticagrelor - Aspirina entro la prima settimana ( aRR = 0.97%; IC 95%, 0.17-1.77 ) ed è rimasto costante durante il periodo di trattamento. ( Xagena2022 )

Fonte: Neurology, 2022

Neuro2022 Emo2022 Farma2022


Indietro

Altri articoli

Da uno studio di coorte osservazionale, è emerso che tra i pazienti ricoverati in ospedale con COVID-19 in forma moderata,...


La policitemia vera è associata a un aumentato rischio di trombosi ed emorragia. L'Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ), raccomandata per...


Da uno studio randomizzato di fase 3 è emerso che l'uso di Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) non ha prolungato...


C'è una mancanza di studi randomizzati che indaghino la monoterapia con Aspirina per la profilassi del tromboembolismo venoso sintomatico (...


La doppia terapia antiaggregante abbreviata seguita da un potente inibitore del recettore P2Y12 in monoterapia riduce il sanguinamento senza aumentare...


Un precedente ampio studio randomizzato ha indicato che la terapia con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico; ASA ) a basse dosi...


In studi randomizzati controllati, è stato dimostrato che i trattamenti combinati a dose fissa o polipillole riducono un composito di...


Circa un terzo dei pazienti che ricevono anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) per il trattamento della fibrillazione atriale e/o...


La sepsi è un grave problema di salute globale e una delle principali cause di morte e disabilità. La disponibilità...