Associazione tra uso di Colchicina per la gotta acuta e gli esiti clinici nell'insufficienza cardiaca scompensata acuta


La gotta è una comune comorbidità nei pazienti con insufficienza cardiaca ed è spesso associata ad esacerbazioni acute durante il trattamento per insufficienza cardiaca scompensata.
Sebbene la Colchicina sia spesso utilizzata per gestire la gotta acuta nei pazienti con insufficienza cardiaca, il suo impatto sugli esiti clinici quando viene utilizzata durante l'insufficienza cardiaca acuta scompensata è sconosciuto.

E' stato condotto uno studio retrospettivo a singolo Centro su pazienti ospedalizzati trattati per un'esacerbazione di insufficienza cardiaca acuta con e senza riacutizzazione della gotta nel periodo marzo 2011 e dicembre 2020.

Sono stati valutati i risultati clinici nei pazienti trattati con Colchicina per una riacutizzazione della gotta rispetto a quelli che non hanno manifestato una riacutizzazione della gotta o che non hanno ricevuto Colchicina.
L'outcome primario era la mortalità intraospedaliera per qualsiasi causa.

Tra le 1047 visite di pazienti per insufficienza cardiaca acuta durante il periodo di studio, ci sono state 237 visite ( 22.7% ) in cui il paziente ha ricevuto anche la Colchicina per il trattamento della fase acuta della gotta durante il ricovero.
La mortalità intraospedaliera per tutte le cause è risultata significativamente ridotta nel gruppo Colchicina rispetto al gruppo controllo ( 2.1% vs 6.5%, p = 0.009 ).
Il gruppo Colchicina ha avuto un aumento della durata della degenza ( 9.93 vs 7.96 giorni, p inferiore a 0.001 ) ma nessuna differenza significativa nelle riammissioni a 30 giorni ( 21.5% vs 19.5%, p = 0.495 ).

In un modello dei rischi proporzionali di Cox aggiustato per età, l'uso di Colchicina in regime di ricovero è stato associato a una migliore sopravvivenza alla dimissione ( hazard ratio [ HR ] 0.163, intervallo di confidenza al 95% [ IC ] 0.051-0.525, p = 0.002 ) e un ridotto tasso di mortalità cardiovascolare intra-ospedaliera ( HR=0.184, IC 95% 0.044-0.770, p = 0.021 ).

In conclusione, tra i pazienti con esacerbazione dello scompenso cardiaco, il trattamento con Colchicina per una riacutizzazione della gotta è risultato associato a una mortalità intraospedaliera significativamente inferiore rispetto a quelli non-trattati per la gotta acuta. ( Xagena2022 )

Roth ME et al, Clin Cardiol 2022; Online ahead of print

Reuma2022 Cardio2022 Farma2022


Indietro

Altri articoli

Tra i pazienti con una riacutizzazione dell'insufficienza cardiaca, il trattamento con Colchicina per una riacutizzazione della gotta è associato a...


I pazienti con una storia di sindrome coronarica acuta ( ACS ) molto remota rimangono ad alto rischio ricorrente di...


L'evidenza suggerisce un ruolo per l'eccessiva infiammazione nelle complicanze di COVID-19. La Colchicina è un farmaco antinfiammatorio orale utile nella...


L'infiammazione è un fattore chiave del danno miocardico nell'infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) riperfuso. Si...


La Colchicina è stata proposta come trattamento per COVID-19 sulla base delle sue azioni antinfiammatorie. Sono state valutate l'efficacia e...


Prove sperimentali e cliniche supportano il ruolo dell'infiammazione nell'aterosclerosi e le sue complicanze. La Colchicina è un potente farmaco antinfiammatorio...


Si è determinato se Febuxostat ( Adenuric ) con aumento graduale della dose sia utile quanto la profilassi con Colchicina nel ridurre le riacutizzazioni della gotta durante l'introduzione iniziale della terapia di riduzione dell'urato nei pazienti con gotta rispetto...


La Colchicina è un agente antinfiammatorio utilizzato nel trattamento di diverse condizioni reumatologiche. L'uso della Colchicina in gravidanza è controverso. Sono stati...


L'obiettivo di questo sotto-studio è stato quello di valutare l'uso della Colchicina per il trattamento degli attacchi acuti di gotta...