Effetto della combinazione di Paracetamolo e Ibuprofene rispetto a entrambi da soli nel consumo di Morfina controllato dal paziente nelle prime 24 ore dopo artroplastica totale dell'anca: studio PANSAID


L'analgesia postoperatoria multimodale è ampiamente utilizzata ma mancano evidenze di beneficio.
Sono stati esaminati gli effetti benefici e dannosi di 4 regimi analgesici non-oppioidi in uno studio randomizzato, in cieco, controllato con placebo, con 4 gruppi in 6 ospedali danesi.
Il follow-up è stato a 90 giorni e lo studio ha compreso 556 pazienti sottoposti ad artroplastica totale d'anca ( THA ) tra il 2015 e il 2017.

I partecipanti sono stati randomizzati a ricevere Paracetamolo ( Acetaminofene ) 1.000 mg più Ibuprofene 400 mg ( n=136; PCM + IBU ), Paracetamolo 1.000 mg più placebo abbinato ( n=142; PCM ), Ibuprofene 400 mg più placebo abbinato ( n=141; IBU ), o Paracetamolo a mezza forza 500 mg più Ibuprofene 200 mg ( n=140; HS-PCM + IBU ) per via orale ogni 6 ore per 24 ore dopo l'intervento, a partire da 1 ora prima dell'intervento.

Gli esiti co-primari erano il consumo di Morfina nelle 24 ore utilizzando l’analgesia controllata dal paziente nei confronti a coppie tra i 4 gruppi ( soglie regolate per molteplicità per significatività statistica, P minore di 0.0042, differenza minima clinicamente importante, 10 mg ) e la proporzione di pazienti con 1 o più eventi avversi gravi entro 90 giorni ( soglie regolate per molteplicità per significatività statistica, P minore di 0.025 ).

Su 559 partecipanti randomizzati ( età media, 67 anni, 277 donne, 50% ), 556 ( 99.5% ) hanno completato lo studio e sono stati inclusi nell'analisi.

Il consumo mediano a 24 ore di Morfina è stato di 20 mg nel gruppo PCM + IBU, 36 mg per PCM da solo, 26 mg per IBU da solo e 28 mg per HS-PCM + IBU.

La differenza mediana nel consumo di Morfina tra il gruppo PCM + IBU versus PCM da solo è stata di 16 mg ( P  minore di 0.001 ); per il gruppo di PCM da solo vs HS-PCM + IBU, 8 mg ( P=0.001 ); e per il gruppo PCM + IBU versus IBU da solo, P=0.002 ).

La differenza nel consumo di morfina non è stata statisticamente significativa per il gruppo PCM + IBU rispetto a HS-PCM + IBU (8 mg; P=0.005) o per il gruppo con PCM da solo vs IBU da solo (10 mg; P=0.004) dopo aggiustamento per confronti multipli e 2 esiti co-primari.

Non c'è stata alcuna differenza significativa tra il gruppo con IBU da solo vs HS-PCM + IBU ( 2 mg; P=0.81 ).

La proporzione di pazienti con eventi avversi gravi nei gruppi trattati con IBU è stata del 15% e nel gruppo con PCM da solo è stata dell'11%. Il rischio relativo di eventi avversi gravi è stato di 1.44 (P=0.8).

Tra i pazienti sottoposti ad artroplastica totale d'anca, il Paracetamolo più Ibuprofene ( Tachifene ) ha ridotto significativamente il consumo di Morfina rispetto al Paracetamolo da solo nelle prime 24 ore dopo l'intervento chirurgico.
Non vi è stato un aumento statisticamente significativo degli eventi avversi gravi nei gruppi aggregati trattati con Ibuprofene da solo rispetto al solo Paracetamolo.
Tuttavia, la combinazione non ha comportato un miglioramento clinicamente importante rispetto al solo Ibuprofene, suggerendo che l'Ibuprofene da solo potrebbe essere una opzione ragionevole per l'analgesia orale postoperatoria precoce. ( Xagena2019 )

Thybo KH et al, JAMA 2019; 321: 562-571

Chiru2019 Reuma2019 Farma2019


Indietro

Altri articoli

Quando utilizzato a dosi moderate, l’inibitore selettivo di COX-2, Celecoxib ( Celebrex ), è risultato non-inferiore ai farmaci anti-infiammatori non-steroidei...


Celecoxib ( Celebrex ) è risultato essere non-inferiore a Ibuprofene o a Naproxene per quanto riguarda la sicurezza cardiovascolare. Rispetto...


Celecoxib ( Celebrex ), impiegato a dosaggi moderati nei pazienti con osteoartrosi o artrite reumatoide, presenta un profilo cardiovascolare simile...


L’Ibuprofene è un farmaco antinfiammatorio non-steroideo ( FANS ) utilizzato per trattare il dolore, abbassare la febbre, e alleviare l'infiammazione. Una...


Il Comitato di Valutazione dei rischi per la farmacovigilanza ( PRAC ) dell’EMA ( European Medicines Agency ) ha completato...


Il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza ( PRAC ) ha iniziato una revisione per valutare il rischio...


L'uso dell’Ibuprofene ( Brufen ), ma non di altri antinfiammatori-analgesici, è associato ad un minor rischio di malattia di Parkinson.I...


Una nuova ricerca ha indicato che l’antinfiammatorio Ibuprofene ( Brufen ) può offrire protezione contro lo sviluppo della malattia di...


La neuroinfiammazione può contribuire alla patogenesi della malattia di Parkinson. In precedenti studi epidemiologici, l’uso di farmaci antinfiammatori non-steroidei (...