La biopsia di mucosa di aspetto normale della vescica non è utile in pazienti con citologia positiva inspiegabile dopo cancro della vescica invasivo non-muscolare


La citologia urinaria maligna con valutazione endoscopica normale rappresenta una sfida diagnostica e terapeutica in molti pazienti con una storia di cancro alla vescica non-muscolare invasivo.
Spesso è consigliata la biopsia della vescica, ma la sua efficacia non è ben chiara.

È stata valutata l'utilità della biopsia della vescica in pazienti con citologia positiva inspiegabile e sono stati descritti i modelli di ricorrenza in questo sottoinsieme unico di pazienti.

Da una banca dati istituzionale sono stati retrospettivamente identificati i pazienti con una storia di cancro alla vescica invasivo non-muscolare e cistoscopia di sorveglianza nel periodo 2008-2012 che avevano citologia urinaria maligna, ma cistoscopia normale.

I pazienti sono stati sottoposti a biopsia sistematica della vescica o a cistoscopia di sorveglianza e sono stati seguiti per la recidiva e la progressione.

Su 444 pazienti ne sono stati seguiti 343 con la sola sorveglianza e 101 hanno subito in totale 118 biopsie di mucosa della vescica di aspetto normale.

3 biopsie ( 2.5% ) hanno mostrato carcinoma in situ e nessuna ha rivelato carcinoma invasivo.

Durante il follow-up mediano di 32 mesi la recidiva si è sviluppata nella vescica in 194 pazienti ( 44% ), nel tratto superiore in 24 ( 5% ) e nell'uretra prostatica in 5 ( 1% ), mentre 219 ( 49% ) non hanno avuto recidive.

Una precedente diagnosi di carcinoma uroteliale del tratto superiore e una storia di trattamento con bacillo di Calmette-Guérin sono state associate a un aumentato rischio di ricorrenza all’analisi multivariata.

I tassi e i modelli di recidiva sono risultati simili nei gruppi di biopsia e di sorveglianza.

In conclusione, i pazienti con citologia maligna nonostante normale cistoscopia hanno un alto tasso di recidiva.
La biopsia della mucosa della vescica di aspetto normale in questo contesto è raramente positiva e non altera il criterio di recidiva. ( Xagena2015 )

Musser JE et al, J Urology 2015; 193: 48-52

Onco2015 Uro2015



Indietro

Altri articoli

Gemcitabina e Cisplatino neoadiuvanti ( GC ) seguiti da cistectomia radicale ( RC ) sono standard per i pazienti con...


La cistectomia radicale è lo standard chirurgico per il cancro invasivo della vescica. La cistectomia robot-assistita è stata proposta per fornire risultati oncologici simili con una morbilità inferiore. È stata confrontata...


Sono stati studiati i fattori di stile di vita modificabili rappresentati da fumo, esercizio fisico e obesità in rapporto alla...


La gestione multidisciplinare migliora il complesso processo decisionale dei trattamenti nella cura del cancro, ma il suo impatto sul cancro...


Molti pazienti con tumore alla vescica non-muscolo-invasivo ( NMIBC ) ad alto rischio sono refrattari al trattamento con il bacillo...


La chemioterapia a base di Platino è ampiamente usata per il cancro della vescica, ma è associata a tossicità vascolare,...


La dose ottimale di bacillo di Calmette-Guérin intravesicale per il trattamento del cancro della vescica non-muscolo invasivo è controversa. Uno...


Dato che gli studi randomizzati che hanno esplorato la chemioterapia adiuvante per il carcinoma della vescica sono stati sottodimensionati ...


Nel corso del Congresso dell’American Society of Clinical Oncology ( ASCO ), sono stati presentati i risultati dello studio di...


I primi risultati di uno studio pilota di fase II, IMvigor 210, che ha valutato l’immunoterapico Atezolizumab ( farmaco...