Pioglitazone e rischio di cancro della vescica: chiarimenti dell’EMA


Il profilo beneficio-rischio dell’antidiabetico, Pioglitazone ( Actos ), è confermato qualora il farmaco sia usato come trattamento di seconda e terza linea.

Il Comitato per i medicinali per uso umano dell’Agenzia Europea dei medicinali ( CHMP ) ha adottato il parere, rivisto, sui medicinali antidiabetici contenenti Pioglitazone e sul rischio di cancro della vescica. Il Comitato ha confermato il parere espresso in precedenza, introducendo alcuni chiarimenti ai fini della trasparenza e della coerenza: il Pioglitazone rimane una valida alternativa terapeutica per alcuni pazienti con diabete mellito di tipo 2, quando altri trattamenti non sono stati adeguati o non sono riusciti ad agire adeguatamente.

Le nuove avvertenze e controindicazioni raccomandate nel luglio 2011 restano in vigore.

Il CHMP ha riesaminato il proprio parere sul Pioglitazone nel luglio 2011 su richiesta della Commissione in quanto non è riuscito ad ottenere l'approvazione dal Comitato permanente per i medicinali per uso umano.
Tale organo, che è composto dai rappresentanti di tutti gli Stati membri dell'UE, deve essere consultato prima che la Commissione Europea trasformi il parere dell'Agenzia in decisioni giuridicamente vincolanti.
Nel luglio 2011 il CHMP ha concluso la revisione su Pioglitazone e il rischio di cancro alla vescica. Il Comitato ha rilevato un lieve aumento del rischio di cancro alla vescica con l’uso di questo glitazone.

Tuttavia, poiché il Comitato ritiene che vi sia un numero limitato di pazienti che non possa essere adeguatamente trattato con altre terapie, ha concluso che il Pioglitazone deve rimanere disponibile come alternativa terapeutica, ma i medici devono accuratamente selezionare i pazienti e monitorare la loro risposta al trattamento. ( Xagena2011 )

Fonte: AIFA, 2011


Farma2011 Endo2011 Onco2011 Uro2011


Indietro

Altri articoli

Gemcitabina e Cisplatino neoadiuvanti ( GC ) seguiti da cistectomia radicale ( RC ) sono standard per i pazienti con...


La cistectomia radicale è lo standard chirurgico per il cancro invasivo della vescica. La cistectomia robot-assistita è stata proposta per fornire risultati oncologici simili con una morbilità inferiore. È stata confrontata...


Sono stati studiati i fattori di stile di vita modificabili rappresentati da fumo, esercizio fisico e obesità in rapporto alla...


La gestione multidisciplinare migliora il complesso processo decisionale dei trattamenti nella cura del cancro, ma il suo impatto sul cancro...


Molti pazienti con tumore alla vescica non-muscolo-invasivo ( NMIBC ) ad alto rischio sono refrattari al trattamento con il bacillo...


La chemioterapia a base di Platino è ampiamente usata per il cancro della vescica, ma è associata a tossicità vascolare,...


La dose ottimale di bacillo di Calmette-Guérin intravesicale per il trattamento del cancro della vescica non-muscolo invasivo è controversa. Uno...


Dato che gli studi randomizzati che hanno esplorato la chemioterapia adiuvante per il carcinoma della vescica sono stati sottodimensionati ...


Nel corso del Congresso dell’American Society of Clinical Oncology ( ASCO ), sono stati presentati i risultati dello studio di...


I primi risultati di uno studio pilota di fase II, IMvigor 210, che ha valutato l’immunoterapico Atezolizumab ( farmaco...