L’Acetilcisteina non riduce l’incidenza di insufficienza renale acuta nei pazienti con ipotensione


L’insufficienza renale acuta è una comune complicanza nei pazienti gravemente ammalati ed è associata a un’aumentata morbilità e mortalità.

L’N-Acetilcisteina ( NAC ) è un farmaco con proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie.

Ricercatori dell’Oregon Health & Science University a Portland negli USA hanno valutato se la somministrazione di N-Acetilcisteina fosse in grado, rispetto al placebo, di ridurre l’incidenza di insufficienza renale acuta nei pazienti con ipotensione.

Lo studio prospettico ha riguardato 142 pazienti con insorgenza, entro 12 ore, di un periodo di 30 minuti o più di ipotensione e/o di richiesta di un farmaco vasopressore.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere Acetilcisteina oppure placebo per 7 giorni, in aggiunta alla terapia di supporto standard.

I pazienti che hanno ricevuto Acetilcisteina avevano un’incidenza di insufficienza renale acuta ( aumento della creatinina di 0.5mg/dl o più ) del 15.5% contro il 16.9% dei soggetti che hanno ricevuto placebo ( p non significativo ).

Non sono state osservate differenze significative, tra i bracci di trattamento, negli outcome secondari che comprendevano: incidenza di un aumento del 50% della creatinina, aumento massimale della creatinina, recupero della funzione renale, permanenza nell’Unità di Cura Intensiva ed in ospedale, richiesta di terapia di sostituzione renale.

Tra i pazienti trattati con Acetilcisteina è stato osservato un trend verso una ridotta incidenza di insufficienza renale acuta nei pazienti con punteggio SOFA al basale maggiore di 8, con più bassi punteggi SOFA durante i primi 4 giorni di trattamento, e ridotta mortalità nei pazienti di età inferiore ai 65 anni.

Lo studio non ha mostrato nessuna significativa differenza tra Acetilcisteina e placebo riguardo agli end point primari e secondari. ( Xagena2007 )

Komisarof JA et al, Crit Care Med 2007; 35: 435-441


Cardio2007 Nefro2007 Farma2007


Indietro

Altri articoli

La sindrome emolitico-uremica ( SEU ) è una malattia acuta rara, che rappresenta, tuttavia, la causa più importante di insufficienza...


È stata quantificata l'associazione tra insufficienza renale acuta e uso di statine ad alta potenza rispetto alle statine a bassa...


Sono stati descritti casi di insufficienza renale acuta e di insufficienza renale causati dal farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ).I...


L’obiettivo dello studio è stato quello di determinare la relazione tra pressione sanguigna sistolica basale, variazione della pressione sistolica, e...


L’AIFA ha emesso raccomandazioni sul corretto utilizzo di Metformina.La Metformina, principio attivo con azione euglicemizzante, trova indicazione nel trattamento del...


Il peggioramento e il miglioramento della funzione renale durante il trattamento dell'insufficienza cardiaca scompensata sono stati tradizionalmente considerati eventi emodinamicamente...


Uno studio ha valutato l'efficacia della terapia di associazione composta da Bortezomib ( Velcade ), Doxorubicina e Desametasone in pazienti...


Ricercatori dell’Hospital for Sick Children a Toronto in Canada, hanno determinato l’outcome ( esito ) nei pazienti pediatrici con lupus...


L’insufficienza renale acuta che richiede supporto dialitico è associata ad un alto rischio di mortalità e morbidità.Ricercatori dell’University of Alberta,...


L’insufficienza renale acuta dopo intervento chirurgico maggiore è associata a significativa mortalità, che teoricamente può essere attenuata dalla N-Acetilcisteina (...