Perdita reversibile di udito associata a Gabapentin in una paziente con insufficienza renale acuta


La tossicità del Gabapentin ( Neurontin ) nei pazienti con alterazioni della funzione renale si può manifestare con coma, mioclono, o alterato stato mentale.

Gabapentin è un farmaco antiepilettico, che trova impiego come terapia adiuvante nelle crisi epilettiche parziali e nella nevralgia posterpetica, ma è anche impiegato nel trattamento della neuropatia diabetica periferica.

Una donna, di razza bianca di 46 anni, con indice di massa corporea ( BMI ) di 62.8 kg/m2, con 6 anni di storia di diabete mellito e con precedente normale funzione renale, si è presentata al Dipartimento d’Emergenza del Wake Forest University Medical Center, manifestando anuria ( livello di creatinina plasmatica di 7.4 mg/dl ), perdita dell’udito, mioclono, confusione con allucinazioni della durata di 3 giorni.
La pressione sanguigna era 110/74 mmHg.

La paziente prima dell’ingresso in ospedale stava assumendo: Lisinopril ( 40 mg, 1 volta die ), Idroclorotiazide ( 25 mg, 1 volta die ) e Furosemide ( 80 mg, 1 volta die ) per l’ipertensione; Atorvastatina ( 100 mg, 1 volta die ) per l’iperlipidemia; Omeprazolo ( 20 mg, 1 volta die ) per la malattia da reflusso gastroesofageo; Salmeterolo / Fluticasone per via inalatoria ( 100/50 microg ); 1 puff, 2 volte die ) e Albuterolo spray predosato ( 90 microg al bisogno ) per l’asma; Metformina ( 500 mg, 2 volte die ) e Insulina Lispro per il diabete mellito di tipo 2; Ossicodone CR ( 60 mg, 3 volte die ) per l’osteoartrosi cronica e per il dolore lombare; Alprazolam ( 0.5 mg ogni 8 ore al bisogno ) per il disturbo d’ansia generalizzato; Venlafaxina ( 150 mg, 2 volte die ) per la depressione; Gabapentin ( 300 mg, 3 volte die ) per la neuropatia diabetica periferica.

I sintomi della paziente ( perdita dell’udito, mioclono e confusione ) sono migliorati dopo una sessione di emodialisi ( circa 10 ore dopo il ricovero ) e si sono risolti al momento della dimissione ( 4 giorni dopo ).

Al momento del ricovero, la concentrazione di Gabapentin era di 17.6 microg/ml, e dopo l’emodialisi non era più rilevabile.

Secondo gli Autori, il rapido miglioramento dei sintomi, quali la perdita dell’udito, mioclono e confusione con allucinazioni, dopo l’emodialisi e la sospensione del Gabapentin è indicativo della tossicità del Gabapentin. ( Xagena2008 )

Pierce DA et al, Clin Ther 2008; 30 : 1681-1684


Nefro2008 Farma2008


Indietro

Altri articoli

La sindrome emolitico-uremica ( SEU ) è una malattia acuta rara, che rappresenta, tuttavia, la causa più importante di insufficienza...


È stata quantificata l'associazione tra insufficienza renale acuta e uso di statine ad alta potenza rispetto alle statine a bassa...


Sono stati descritti casi di insufficienza renale acuta e di insufficienza renale causati dal farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ).I...


L’obiettivo dello studio è stato quello di determinare la relazione tra pressione sanguigna sistolica basale, variazione della pressione sistolica, e...


L’AIFA ha emesso raccomandazioni sul corretto utilizzo di Metformina.La Metformina, principio attivo con azione euglicemizzante, trova indicazione nel trattamento del...


Il peggioramento e il miglioramento della funzione renale durante il trattamento dell'insufficienza cardiaca scompensata sono stati tradizionalmente considerati eventi emodinamicamente...


Uno studio ha valutato l'efficacia della terapia di associazione composta da Bortezomib ( Velcade ), Doxorubicina e Desametasone in pazienti...


Ricercatori dell’Hospital for Sick Children a Toronto in Canada, hanno determinato l’outcome ( esito ) nei pazienti pediatrici con lupus...


L’insufficienza renale acuta che richiede supporto dialitico è associata ad un alto rischio di mortalità e morbidità.Ricercatori dell’University of Alberta,...


L’insufficienza renale acuta dopo intervento chirurgico maggiore è associata a significativa mortalità, che teoricamente può essere attenuata dalla N-Acetilcisteina (...