Sviluppo neurologico nel lungo periodo dopo aritmia fetale


Uno studio si è posto l’obiettivo di determinare gli esiti a lungo termine dello sviluppo neurologico nei feti con grave tachiaritmia o bradiaritmia.

Un totale di 44 feti presentavano tachiaritmia o bradiaritmia fetale: 28 feti avevano tachicardia sopraventricolare, 7 feti flutter atriale, e 9 feti erano affetti da blocco atrioventricolare.

Il tasso di mortalità era basso ( 6%; 2 feti su 35 ) nel gruppo di feti con tachicardia sopraventricolare e flutter atriale, e alto ( 78%; 7 feti su 9 ) nei feti con diagnosi di blocco atrioventricolare.

Nel corso del follow-up di valutazione sono stati persi 6 pazienti ( 14% ).

I risultati hanno dimostrato che lo sviluppo neurologico era normale tra tutti i sopravvissuti nel gruppo con tachicardia sopraventricolare e flutter atriale, ad eccezione di 1 paziente che aveva riportato un danno del plesso brachiale a causa della distocia di una spalla.

Nel gruppo con blocco atrioventricolare, 2 dei 3 sopravvissuti hanno presentato un grave ritardo nello sviluppo.

In conclusione, il tasso di mortalità e di insufficienza dello sviluppo neurologico nei bambini con tachicardia sopraventricolare e flutter atriale sono bassi, ma il tasso di mortalità nei bambini con blocco atrioventricolare è elevato. ( Xagena2009 )

Lopriore E et al, Am J Obstet Gynecol 2009; 201: 46-48


Gyne2009 Cardio2009


Indietro

Altri articoli

Una meta-analisi ha mostrato che l'uso di antibiotici macrolidi può essere associato a un leggero aumento del rischio di morte...


Uno studio elettrofisiologico ( EPS ) negativo può delineare un sottogruppo di pazienti con grave compromissione della frazione di eiezione...


L'effetto del trattamento con statine sulle complicanze aritmiche ventricolari è incerto. Si è cercato di verificare se le statine riducono...


Ricercatori dell’University of Adelaide in Australia hanno esaminato la relazione tra grasso pericardico e fibrillazione striale.L'obesità rappresenta infatti un importante...


Dopo l'ablazione, il volume di grasso del pericardio è risultato correlato alla presenza e alla gravità della fibrillazione atriale, così...


Il peptide natriuretico di tipo B ( BNP ) plasmatico risulta elevato in modo anomalo nei pazienti con fibrillazione atriale...


La fibrillazione atriale persistente ricorre spesso dopo cardioversione elettrica DC-shock. Poichè numerosi studi sperimentali e clinici suggeriscono che gli acidi...


Il significato prognostico nel lungo periodo della tachicardia ventricolare sostenuta ( TVS ) o della fibrillazione ventricolare ( FV ),...


La tempesta aritmica o l’aritmia ventricolare ripetitiva è stata occasionalmente osservata nella sindrome di Brugada. E’ stato riportato che uno...