La malattia di Parkinson avanzata: Ropinirolo non influenza i livelli plasmatici di arginina-vasopressina


Sono stati riportati diversi casi di sindrome di antidiuresi inappropriata ( anche conosciuta come sindrome da inappropriata secrezione dell’ormone antidiuretico ) indotta da farmaci anti-Parkinson.
Un precedente studio aveva dimostrato che la Pergolide ( Nopar ) e il Pramipexolo ( Mirapex, Mirapexin ) stimolano l’aumento dei livelli plasmatici di arginina-vasopressina ( AVP ) in alcuni pazienti con malattia di Parkinson, ma che la combinazione Levodopa e Carbidopa ( 300/30 mg/die ) non influenzano i livelli plasmatici di AVP nei pazienti con malattia di Parkinson naïve al trattamento.

Sulla base del profilo di legame del Ropinirolo ( Requip ) ai recettori delle monoamine, i ricercatori hanno ipotizzato che il Ropinirolo non fosse in grado di stimolare la secrezione di arginina-vasopressina.
Uno studio ha verificato questa ipotesi.

Sono stati inclusi pazienti con probabile malattia di Parkinson e fenomeno wearing-off ( riduzione della durata della risposta alla Levodopa con il passare del tempo ), e che erano stati trattati con Levodopa / Carbidopa con o senza Entacapone, ma non con altre classi di farmaci anti-Parkinson.

I pazienti sono stati esclusi se presentavano almeno una condizione che poteva essere associata ad alti livelli di AVP.

Il trattamento iniziale con Ropinirolo è stato pari a 0.5 mg 3 volte al giorno, e dosaggi giornalieri sono stati aumentati di 1.5 mg/die su base bisettimanale fino a 6 mg/die.

I livelli plasmatici di AVP sono stati determinati ogni due settimane.

Dei 16 pazienti arruolati, 11 pazienti ( 4 maschi e 7 femmine ) hanno completato lo studio.

Non è stata riscontrata relazione dose-risposta statisticamente significativa tra il dosaggio di Ropinirolo e i livelli plasmatici di AVP.

In conclusione, un dosaggio terapeutico minimo di Ropinirolo non ha influenzato i livelli plasmatici di arginina-vasopressina nei pazienti con malattia di Parkinson che stavano assumendo Levodopa. (Xagena)

Arai M, Neuro Endocrinol Lett 2012; 33:680-683

Neuro2012 Endo2012 Farma2012


Indietro

Altri articoli

Uno studio di fase 2 ha mostrato che la deprivazione di Arginina con Arginina deaminasi pegilata può migliorare la sopravvivenza...


In uno studio clinico randomizzato, controllato, in cieco, è stata verificata l'ipotesi che un deficit relativo di L-Arginina, il substrato...


La pre-eclampsia e l’eclampsia sono tra le principali cause di morbilità e mortalità materna e neonatale.Nonostante la crescente conoscenza della...


È noto che il carcinoma epatocellulare è auxotrofo per l’arginina a causa della mancanza di argininosuccinato sintetasi I.È stato condotto...


Lo shock cardiogeno che complica l’infarto miocardico acuto, rimane un problema ancora comune, ad esito infausto, nonostante l’impiego della rivascolarizzazione...


Health Canada ha allertato i pazienti con precedente infarto miocardico perché non facciano uso di prodotti contenenti il supplemento dietetico...


Health Canada sconsiglia l’uso di supplementi a base di Arginina nei pazienti infartuati. L’Arginina è un aminoacido che è comunemente...


Uno studio compiuto presso l’Università di Siviglia in Spagna ha valutato il ruolo dell’aminoacido L-Arginina ( L-Arg ) nell’evoluzione dell’ulcera...


La dismenorrea primaria è il più comune disturbo ginecologico nelle giovani donne.Interessa il 40-70% delle donne durante gli anni riproduttivi...