Immunoterapia orale per allergia alle arachidi: revisione sistematica e meta-analisi PACE


L'immunoterapia orale è un trattamento sperimentale emergente per l'allergia alle arachidi, ma i suoi benefici e i danni non sono ben definiti.
Sono state sistematicamente revisionate l'efficacia e la sicurezza dell'immunoterapia orale rispetto all'evitare l'assunzione dell’allergene o al placebo ( nessuna immunoterapia orale ) per l'allergia alle arachidi.

Nella revisione sistematica e meta-analisi PACE ( Peanut Allergen immunotherapy, Clarifying the Evidence ) sono stati esaminati sudi controllati e randomizzati che hanno confrontato l'immunoterapia orale con nessuna immunoterapia orale per l'allergia alle arachidi.

Gli esiti principali includevano anafilassi, reazioni allergiche o avverse, uso di Epinefrina ( Adrenalina ) e qualità di vita.

12 studi ( n=1.041; età mediana negli studi 8.7 anni ) hanno mostrato che l'immunoterapia orale rispetto a nessuna immunoterapia orale ha aumentato il rischio di anafilassi ( rate ratio RR 3.12, I2=0%, differenza di rischio RD 15.1%, alta certezza ), frequenza di anafilassi ( rapporto tra tassi di incidenza, IRR 2.72, I2=0%, RD 12.2%, alta certezza ) e uso di Epinefrina ( RR 2.21, I2=0%, RD 4.5%, alta certezza ) allo stesso modo durante la fase di accumulo e quella di mantenimento ( P interazione=0.92 ).

L'immunoterapia orale ha aumentato gli eventi avversi gravi ( RR 1.92, I2=0%, RD 5.7%, moderata certezza ) e le reazioni non-anafilattiche ( vomito: RR 1.79, I2=0%, alta certezza; angioedema: 2.25, I2=0%, alta certezza; reazioni del tratto respiratorio superiore: 1.36, I2=0%, moderata certezza; reazioni del tratto respiratorio inferiore: 1.55, I2=28%, moderata certezza ).

Il superamento di un test supervisionato, un surrogato per la prevenzione di reazioni extra-cliniche, è risultato più probabile con l'immunoterapia orale ( RR 12.42, I2=0%, RD 36.5%, alta certezza ).

La qualità di vita non è stata diversa tra i gruppi ( valutazione dei genitori e auto-riportata combinata RR 1.21, I2=0%, RD 0.03%, bassa certezza ).

I risultati sono risultati affidabili per IRR, analisi sequenziale dello studio ( TSA ), analisi di sottogruppi e analisi di sensibilità.

Nei pazienti con allergia alle arachidi, l'evidenza ad elevata certezza ha mostrato che i regimi di immunoterapia orale a base di arachidi aumentano considerevolmente le reazioni allergiche e anafilattiche rispetto al non-contatto o al placebo, nonostante inducano efficacemente la desensibilizzazione.
Sono necessari approcci più sicuri per il trattamento dell'allergia alle arachidi e rigorosi studi randomizzati e controllati che valutino esiti importanti per il paziente. . ( Xagena2019 )

Chu DK et al, Lancet 2019; 393: 2222-2232

Allergo2019 Farma2019


Indietro

Altri articoli

L'immunoterapia orale è stata associata a un aumento sia della desensibilizzazione che della remissione dell'allergia alle arachidi tra i bambini...


La storia allergica in individui con anafilassi confermata a un vaccino COVID-19 a RNA messaggero ( mRNA ) è comune....


Per le allergie alle arachidi si raccomanda di evitarle nella dieta. Uno studio randomizzato a lungo termine su adulti e...


Non esistono trattamenti approvati per l’allergia alle arachidi. Sono stati valutati l'efficacia e gli eventi avversi dell'immunoterapia epicutanea con un...


Nonostante i progressi nell'immunoterapia orale con cibo singolo, ci sono poche prove riguardo alla sicurezza e all'efficacia del trattamento di...


L'allergia alle arachidi, per la quale non esistono opzioni di trattamento approvate, colpisce i pazienti che sono a rischio di...


L’ EMA ( European Medicines Agency ) ha avviato una revisione di alcuni medicinali somministrati per via iniettiva per il...


In uno studio randomizzato, l'introduzione precoce di arachidi nella dieta di bambini ad alto rischio di allergia ha dimostrato di...


La prevalenza della allergia alle arachidi tra i bambini nei Paesi occidentali è raddoppiata negli ultimi 10 anni, e l'allergia...