Ascite emorragica: presentazione clinica ed esiti nei pazienti con cirrosi


L’ascite emorragica può porre dilemmi diagnostici e terapeutici in pazienti con cirrosi.
Sono state studiate le caratteristiche e gli esiti dei pazienti con cirrosi e ascite emorragica.

Sono stati retrospettivamente analizzati i dati di tutti i pazienti con cirrosi e ascite che hanno subito paracentesi nel periodo 2003-2010 al Parkland Memorial Hospital.

L’ascite emorragica è stata definita come conta dei globuli rossi ( RBC ) nel liquido ascitico maggiore o uguale a 10.000/microl.

Ogni paziente è stato confrontato con 3 controlli abbinati per età e sesso ( pazienti cirrotici con ascite e conta dei globuli rossi nel liquido ascitico minore di 10.000/microl ).

1113 pazienti cirrotici sono stati sottoposti a paracentesi; 214 ( 19% ) avevano ascite emorragica.
I pazienti con ascite emorragica avevano tassi più elevati di peritonite batterica spontanea ( P minore di 0.001 ), danno renale acuto ( AKI, P minore di 0.001 ) e hanno avuto più probabilità di richiedere cure intensive ( P=0.01 ), rispetto ai pazienti senza ascite emorragica.

I pazienti con ascite emorragica hanno avuto una più alta mortalità rispetto ai controlli a 1 mese ( 87% vs 72% ), 1 anno ( 72% vs 50% ) e 3 anni ( 61% vs 41% ).

L’ascite emorragica è stata anche un predittore indipendente di mortalità ( hazard ratio, HR=1.34 ) dopo aggiustamento per il modello di punteggio di malattia epatica in fase terminale ( HR=1.04 ), cura intensiva ( HR=2.02 ) e presenza di carcinoma epatocellulare ( HR=2.27 ).

In conclusione, i pazienti con ascite emorragica hanno mostrato un tasso significativamente più alto di cura intensiva, danno renale acuto e mortalità rispetto ai pazienti con ipertensione portale e ascite ma senza ascite emorragica.
L’ascite emorragica è un marcatore di malattia epatica avanzata e prognosi infausta. ( Xagena2013 )

Hurrunaga NH et al, J Hepatol 2013; 58: 6: 1113-1118

Gastro2013



Indietro

Altri articoli

Uno studio ha evidenziato che l'uso dei contraccettivi orali appare associato a un ridotto rischio di carcinoma ovarico in forma...


In pazienti trattati con Avastin ( Bevacizumab ), sia nell’ambito di studi clinici, sia nel contesto di valutazioni post-marketing, sono...


La vasodilatazione arteriosa splancnica gioca un ruolo importante nella ascite cirrotica. Uno studio ha valutato gli effetti della somministrazione a...


Quando diminuisce la massa ossea con l'età, aumenta il rischio di fratture. I metodi di controllo delle nascite a base...


Prendere come bersaglio VEGF ( fattore di crescita dell’endotelio vascolare ) è una potenziale opzione terapeutica nei pazienti con ascite...


Sono stati valutati gli esiti materni e fetali nelle donne con sclerosi sistemica. Sono stati raccolti in maniera prospettica i...


Le nascite pretermine tardive ( 340/7-366/7 settimane ) causano un aumento della proporzione di morbilità a breve termine, soprattutto respiratoria,...


E’ stata condotta una revisione sistematica della letteratura e una meta-analisi per determinare la relazione tra sovrappeso e obesità nella...


Nei pazienti con cirrosi e ascite refrattaria il ruolo dei beta-bloccanti nello sviluppo della disfunzione circolatoria paracentesi-indotta è sconosciuto. L’obiettivo...