Amiloidosi cardiaca da catene leggere di nuova diagnosi: Doxiciclina combinata con Bortezomib - Ciclofosfamide - Desametasone


In uno studio retrospettivo è stato dimostrato che la Doxiciclina ( Bassado ) è associata a una maggiore sopravvivenza nei pazienti con amiloidosi da catene leggere ( amiloidosi AL ).
Pertanto, è stata confrontata in modo prospettico l'efficacia di Bortezomib-Ciclofosfamide-Desametasone ( CyBorD ) e CyBorD in combinazione con Doxiciclina per l'amiloidosi cardiaca da catene leggere.

È stato condotto uno studio multicentrico, in aperto, randomizzato e controllato. Sono stati inclusi i pazienti con amiloidosi da catene leggere da stadio II a III Mayo 2004.
I pazienti sono stati randomizzati a Doxiciclina 100 mg 2 volte al giorno insieme a 9 cicli di CyBorD ( gruppo Doxiciclina ) o a 9 cicli di CyBorD da solo ( gruppo controllo ).

L’esito primario era la sopravvivenza libera da progressione a 2 anni ( PFS ).

La sopravvivenza senza progressione è stata definita come il tempo dalla randomizzazione alla morte, alla progressione ematologica o alla progressione d'organo ( cuore, rene o fegato ).
La progressione ematologica è stata definita sulla base di un sostanziale aumento della catena leggera libera.

Un aumento di NT-proBNP ( frammento N-terminale del propeptide natriuretico di tipo B ) o di troponina cardiaca era il criterio principale per definire la progressione cardiaca.

La sopravvivenza senza progressione cardiaca, definita come il tempo dalla randomizzazione alla progressione cardiaca o alla morte, è stata confrontata tra i gruppi in un'analisi esplorativa.

Sono stati randomizzati 140 pazienti, di cui 70 in ciascun gruppo. L'età mediana era di 61 anni, con un rapporto maschi : femmine di 1.75 : 1.
La malattia di stadio II era presente in 34 ( 48.6% ) e 33 ( 47.1% ) pazienti, rispettivamente, nel gruppo Doxiciclina e nel gruppo controllo.

Dopo una durata mediana del follow-up di 24.4 mesi, 32 pazienti su 70 ( 45.7% ) nel gruppo Doxiciclina e 30 pazienti su 70 ( 42.9% ) nel gruppo di controllo hanno manifestato progressione.

La sopravvivenza senza progressione non è risultata significativamente diversa tra i gruppi ( hazard ratio, HR=0.97; P=0.91 ).

La progressione cardiaca si è verificata in 29 pazienti su 70 ( 41.4% ) nel gruppo Doxiciclina e in 26 su 70 pazienti ( 37.1% ) nel gruppo di controllo.

I tassi di mortalità per entrambi i gruppi alla fine del follow-up sono stati gli stessi, 25 su 70 ( 35.7% ).

Non sono state osservate differenze significative né per la sopravvivenza senza progressione cardiaca ( HR=0.91; P=0,74 ) né per la sopravvivenza globale ( OS ) ( HR=1.04; P=0.89 ).

Lo studio ha dimostrato che la Doxiciclina combinata con CyBorD non ha prolungato la sopravvivenza senza progressione o la sopravvivenza senza progressione cardiaca rispetto al solo CyBorD nell'amiloidosi cardiaca da catene leggere. ( Xagena2022 )

Shen K et al, Circulation 2022; 145: 8-17

Cardio2022 MalRar2022 Med2022 Farma2022


Indietro

Altri articoli

L'obiettivo principale di uno studio randomizzato di fase III era verificare se l'aggiunta di Vincristina, Topotecan e Ciclofosfamide ( VTC...



I regimi contenenti Bortezomib ( Velcade ) e Lenalidomide ( Revlimid ) sono terapie ben consolidate nel mieloma multiplo. Tuttavia,...



Ibrutinib ( Imbruvica ) ha mostrato attività nel linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) con tipo non-GCB...


La malattia di Castleman idiopatica multicentrica ( iMCD ) è una rara malattia linfoproliferativa. La terapia anti-interleuchina 6 ( IL-6...


Fludarabina, Ciclofosfamide e Rituximab ( FCR ) possono migliorare la sopravvivenza libera da malattia per i pazienti di età minore...


I regimi di induzione con Ciclofosfamide sono efficaci per la vasculite associata agli anticorpi anti-citoplasma dei neutrofili ( ANCA ),...


Il mieloma multiplo ha dimostrato di avere una sostanziale eterogeneità clonale, suggerendo che potrebbero essere necessari agenti con diversi meccanismi...