Colchicina nella prevenzione della pericardite recidivante


La recidiva è la complicanza più comune della pericardite, e colpisce dal 10 al 50% dei pazienti.

Uno studio, prospettico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, multicentrico, ha valutato l'efficacia e la sicurezza della Colchicina per la prevenzione secondaria della pericardite recidivante.

In totale hanno partecipato 120 pazienti con una prima recidiva di pericardite.

In aggiunta al trattamento convenzionale, i pazienti sono stati randomizzati a ricevere placebo o Colchicina, da 1.0 a 2.0 mg il primo giorno, e in seguito una dose di mantenimento da 0.5 a 1.0 mg/die, per 6 mesi.

Il principale endpoint dello studio era il tasso di recidiva a 18 mesi.
Gli endpoint secondari erano la persistenza dei sintomi dopo 72 ore, il tasso di remissione a 1 settimana, il numero di recidive, il tempo alla prima recidiva, la malattia da ospedalizzazione correlata, il tamponamento cardiaco e il tasso di pericardite costrittiva.

A 18 mesi, il tasso di recidiva è stato del 24% nel gruppo Colchicina e del 55% nel gruppo placebo ( riduzione del rischio assoluto, 0.31; riduzione del rischio relativo, 0.56, number needed to treat, NNT=3 ).

La Colchicina ha ridotto la persistenza dei sintomi dopo 72 ore ( riduzione del rischio assoluto, 0.30; riduzione del rischio relativo, 0.56 ) e il numero medio di recidive, ha aumentato il tasso di remissione a 1 settimana e ha prolungato il tempo alla recidiva successiva.

I gruppi di studio hanno mostrato tassi simili per gli effetti collaterali e la sospensione del farmaco.

Recidive multiple e cause neoplastiche o batteriche sono state escluse.

In conclusione, la Colchicina è risultata sicura ed efficace per la prevenzione secondaria della pericardite recidivante. ( Xagena2011 )

Imazio M et al, Ann Intern Med 2011; 155. 409-414


Cardio2011 Farma2011


Indietro

Altri articoli

Tra i pazienti con una riacutizzazione dell'insufficienza cardiaca, il trattamento con Colchicina per una riacutizzazione della gotta è associato a...


La gotta è una comune comorbidità nei pazienti con insufficienza cardiaca ed è spesso associata ad esacerbazioni acute durante il...


I pazienti con una storia di sindrome coronarica acuta ( ACS ) molto remota rimangono ad alto rischio ricorrente di...


L'evidenza suggerisce un ruolo per l'eccessiva infiammazione nelle complicanze di COVID-19. La Colchicina è un farmaco antinfiammatorio orale utile nella...


L'infiammazione è un fattore chiave del danno miocardico nell'infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) riperfuso. Si...


La Colchicina è stata proposta come trattamento per COVID-19 sulla base delle sue azioni antinfiammatorie. Sono state valutate l'efficacia e...


Prove sperimentali e cliniche supportano il ruolo dell'infiammazione nell'aterosclerosi e le sue complicanze. La Colchicina è un potente farmaco antinfiammatorio...


Si è determinato se Febuxostat ( Adenuric ) con aumento graduale della dose sia utile quanto la profilassi con Colchicina nel ridurre le riacutizzazioni della gotta durante l'introduzione iniziale della terapia di riduzione dell'urato nei pazienti con gotta rispetto...


La Colchicina è un agente antinfiammatorio utilizzato nel trattamento di diverse condizioni reumatologiche. L'uso della Colchicina in gravidanza è controverso. Sono stati...


L'obiettivo di questo sotto-studio è stato quello di valutare l'uso della Colchicina per il trattamento degli attacchi acuti di gotta...