Effetti cardiovascolari e sicurezza del trattamento con Colchicina a lungo termine


La Colchicina è un vecchio farmaco anti-infiammatorio che ha dimostrato notevoli benefici cardiovascolari negli studi recenti.
Sono stati esaminati sistematicamente i benefici cardiovascolari e i rischi della Colchicina in qualsiasi popolazione e in particolare nei pazienti ad alto rischio cardiovascolare.
Sono stati valutati gli studi clinici controllati randomizzati che hanno confrontato Colchicina per almeno 6 mesi con qualsiasi controllo in qualsiasi popolazione adulta.

Gli esiti primari erano mortalità per tutte le cause, infarto del miocardio ed eventi avversi.
La mortalità cardiovascolare era un endpoint secondario.

Sono stati inclusi 39 studi con 4.992 pazienti.

La qualità delle evidenze per i risultati di mortalità e di infarto miocardico era moderata, ma inferiore per gli eventi avversi.

La Colchicina non ha avuto alcun effetto sulla mortalità per qualsiasi causa ( RR=0.94; I2=27%; 30 studi ).

La mortalità cardiovascolare si è ridotta in alcuni ma non tutti i modelli meta-analitici ( RR effetti casuali 0.34; I2=9%; OR Peto 0.24; I2=15%; RR Mantel-Haenszel a effetti fissi 0.20; I2=0%; 7 studi ).

Il rischio di infarto miocardico è stato ridotto ( RR=0.20; 2 studi ).

Non vi è stato alcun effetto sugli eventi avversi totali ( RR=1.52; I2=45%; 11 studi ), ma l'intolleranza gastrointestinale è aumentata ( RR=1.83; I2=74%; 11 studi ).

La segnalazione di eventi avversi gravi è stata incostante; nessun evento si è verificato in 824 anni-paziente ( 4 studi ).

Gli effetti nelle popolazioni ad alto rischio cardiovascolare sono risultati simili ( 4 studi; 1.230 pazienti ).

Non è stato trovato alcuno studio a sostegno di dosaggi di Colchicina superiori a 1 mg/die.

La Colchicina può avere notevoli benefici cardiovascolari; tuttavia, vi è sufficiente incertezza circa i benefici e i danni.
C’è necessità di sperimentazioni su larga scala per valutare ulteriormente questo promettente ed economico trattamento nelle malattie cardiovascolari. ( Xagena2016 )

Hemkens LG et al, Heart 2016; 102: 590-596

Cardio2016 Farma2016


Indietro

Altri articoli

Tra i pazienti con una riacutizzazione dell'insufficienza cardiaca, il trattamento con Colchicina per una riacutizzazione della gotta è associato a...


La gotta è una comune comorbidità nei pazienti con insufficienza cardiaca ed è spesso associata ad esacerbazioni acute durante il...


I pazienti con una storia di sindrome coronarica acuta ( ACS ) molto remota rimangono ad alto rischio ricorrente di...


L'evidenza suggerisce un ruolo per l'eccessiva infiammazione nelle complicanze di COVID-19. La Colchicina è un farmaco antinfiammatorio orale utile nella...


L'infiammazione è un fattore chiave del danno miocardico nell'infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ) riperfuso. Si...


La Colchicina è stata proposta come trattamento per COVID-19 sulla base delle sue azioni antinfiammatorie. Sono state valutate l'efficacia e...


Prove sperimentali e cliniche supportano il ruolo dell'infiammazione nell'aterosclerosi e le sue complicanze. La Colchicina è un potente farmaco antinfiammatorio...


Si è determinato se Febuxostat ( Adenuric ) con aumento graduale della dose sia utile quanto la profilassi con Colchicina nel ridurre le riacutizzazioni della gotta durante l'introduzione iniziale della terapia di riduzione dell'urato nei pazienti con gotta rispetto...


La Colchicina è un agente antinfiammatorio utilizzato nel trattamento di diverse condizioni reumatologiche. L'uso della Colchicina in gravidanza è controverso. Sono stati...


L'obiettivo di questo sotto-studio è stato quello di valutare l'uso della Colchicina per il trattamento degli attacchi acuti di gotta...