Inibitori del sistema renina-angiotensina-aldosterone nella riduzione della pressione portale


Gli antagonisti del sistema renina-angiotensina-aldosterone ( Ace inibitori, bloccanti del recettore dell'angiotensina, antagonisti dell'aldosterone ) sono potenziali terapie per l'ipertensione portale. È stata valutata l'efficacia e la sicurezza degli inibitori del sistema renina-angiotensina-aldosterone nella riduzione del gradiente di pressione venosa epatica.

Sono stati analizzati studi clinici controllati in pazienti con cirrosi ed ipertensione portale. L'esito primario era rappresentato dal cambiamento medio nel gradiente di pressione venosa epatica tra trattamento e controllo. Due revisori indipendenti hanno eseguito il processo di selezione e valutazione della qualità degli studi. È stata compiuta una meta-analisi basata sui dati di tre studi.

Da 193 citazioni sono stati inclusi 19 studi controllati ( n=678 ).

Rispetto al placebo, i bloccanti del recettore dell'angiotensina e gli Ace inibitori hanno portato a una significativa riduzione del gradiente di pressione venosa epatica.
I migliori studi di qualità avevano comparato i bloccanti del recettore dell'angiotensina e gli Ace inibitori con i beta-bloccanti.

I dati globali di ogni singolo paziente per tre su quattro di questi studi hanno dimostrato che i beta-bloccanti hanno diminuito il gradiente di pressione venosa epatica in misura maggiore rispetto ai bloccanti del recettore dell'angiotensina e agli Ace inibitori.

Nei pazienti con cirrosi di classe Child Pugh A, la riduzione del gradiente di pressione venosa epatica con i bloccanti del recettore dell'angiotensina e agli Ace inibitori ( -17% ) è risultata simile a quella ottenuta con i beta-bloccanti ( -21% ).

Variazioni significative nei gruppi di confronto degli studi con antagonisti dell'aldosterone hanno precluso il raggruppamento dei dati. Non c'è stata differenza tra eventi avversi in ogni gruppo, ma studi selezionati hanno notato negativi effetti emodinamici in pazienti scompensati in cura con bloccanti del recettore dell'angiotensina e Ace-inibitori.

In conclusione, i bloccanti del recettore dell'angiotensina e gli ACE-inibitori hanno ridotto la pressione portale nei pazienti con cirrosi di classe Child Pugh A, senza eventi avversi.
L'efficacia e la sicurezza in questo gruppo può essere secondaria a un effetto mirato sul locale sistema epatico renina-angiotensina-aldosterone, rispetto ai pazienti scompensati che rischiano ipotensione e insufficienza renale a causa dell’attivazione del sistema renina-angiotensina-aldosterone sistemico. Ulteriori studi dovrebbero determinare il potenziale di questi farmaci, come alternativa o in aggiunta ai beta-bloccanti. ( Xagena2010 )

Tandon P et al, J Hepatol 2010; 53: 273-282


Gastro2010 Farma2010


Indietro

Altri articoli

Esiste preoccupazione per il potenziale aumento del rischio correlato ai farmaci che agiscono sul sistema renina-angiotensina-aldosterone ( RAAS ) nei...


Una potenziale associazione tra l'uso di bloccanti del recettore dell'angiotensina ( ARB; sartano ) e gli inibitori dell'enzima di conversione...


Uno studio ha mostrato che la terapia con antagonisti dell'aldosterone offre un sostanziale beneficio di mortalità nei pazienti con infarto...


La disfunzione erettile e la malattia cardiovascolare condividono un certo numero di fattori di rischio. Vi è una crescente evidenza...


I pazienti dello studio TOPCAT ( Treatment of Preserved Cardiac Function Heart Failure With an Aldosterone Antagonist ) con insufficienza...


L'aggiunta di antagonisti dei recettori mineralcortoidi ( MRA ) alla terapia standard non offre alcun beneficio nei pazienti con infarto...


Gli inibitori del sistema renina-angiotensina hanno effetti renoprotettivi noti nei pazienti con malattia renale cronica, ma la maggior parte dei...


La somministrazione precoce del Eplerenone ( Inspra ), un antagonista del aldosterone, può contribuire a migliorare gli esiti cardiovascolari nei...


E' stato valutato l'effetto dell'antagonista selettivo dei recettori mineralcorticoidi Eplerenone ( Inspra ) sulla funzione renale, e l'interazione tra i...


Meno del 10% dei pazienti eleggibili con infarto del miocardio e ridotta frazione di eiezione riceve una terapia di inibizione...