Effetto di Alteplase sul segno della arteria iperdensa alla tomografia computerizzata ed esito dopo ictus ischemico


Si è valutato se la posizione e l'estensione del segno dell'arteria iperdensa alla tomografia computerizzata ( CT ) alla presentazione influenzino la risposta ad Alteplase ( Actilyse ) per via endovenosa nello studio controllato randomizzato IST-3 ( Third International Stroke Trial ).

Tutte le scansioni cerebrali CT pre-randomizzazione e di follow-up ( 24-48 ore ) di IST-3 sono state valutate per la presenza di segno di arteria iperdensa, la posizione e l'estensione.

Si è valutato se il segno di arteria iperdensa è cresciuto, è persistito, si è ridotto, o è scomparso al follow-up, l'associazione con l’esito funzionale a 6 mesi, e l'effetto di Alteplase.

La presenza del segno di arteria iperdensa ( versus assenza ) era in grado di prevedere in modo indipendente esiti infausti a 6 mesi ( aumento del punteggio alla scala OHS [ Oxford Handicap Scale ] ) all’analisi di regressione ordinale aggiustata ( odds ratio, OR=0.66, P minore di 0.001 ).

L’esito è stato peggiore nei pazienti con segno di arteria iperdensa più esteso ( versus meno esteso ) ( OR=0.61, P=0.027 ), ma non nel segno di arteria iperdensa prossimale ( versus distale ) ( P=0.420 ).

L'aumento dell'età è risultato associato a una maggiore crescita del segno di arteria iperdensa al follow-up ( OR=1.01, P=0.013 ).

Il trattamento con Alteplase ha aumentato il ritiro / scomparsa del segno di arteria iperdensa al follow-up ( OR=0.77, P=0.006 ).

Non vi è stata alcuna differenza significativa nel restringimento del segno di arteria iperdensa con Alteplase nel segno prossimale ( versus distale ) o più esteso ( versus meno esteso ) ( P=0.516 e P=0.580, rispettivamente ).

Non c'è stata alcuna interazione tra presenza versus assenza del segno di arteria iperdensa e beneficio di Alteplase alla scala OHS a 6 mesi ( P=0.167 ).

In conclusione, Alteplase per via endovenosa promuove la riduzione misurabile del segno di arteria iperdensa indipendentemente dalla localizzazione o estensione del segno.
Alteplase ha aumentato l’indipendenza a 6 mesi nei pazienti con e senza segno di arteria iperdensa. ( Xagena2016 )

Mair G et al, Neurology 2016; 86: 118-125

Neuro2016 Farma2016


Indietro

Altri articoli

Le Unità mobili per l’ictus ( MSU ) dotate di uno scanner CT ( tomografia computerizzata ) riducono i tempi...


Tenecteplase ( Metalyse ) è un attivatore del plasminogeno tissutale modificato con vantaggi farmacologici e pratici rispetto ad Alteplase (...


Le attuali lineeguida sconsigliano l'uso di Alteplase ( Actilyse ) per via endovenosa nei pazienti con ictus ischemico acuto che...


Il valore della somministrazione endovenosa di Alteplase ( Actilyse ) prima del trattamento endovascolare per l'ictus ischemico acuto non è...


La Stafilochinasi non-immunogenica è una Stafilochinasi ricombinante modificata con bassa immunogenicità, elevata attività trombolitica e selettività alla fibrina. Sono state...


Si è determinato se Alteplase ( Actilyse ) sia in grado di alterare lo sviluppo di lesioni ischemiche a livello...


Il trattamento con Alteplase ( Activase, Actilyse ) in pazienti con ictus ischemico acuto con deficit minori non-invalidanti non è...


I risultati di uno studio hanno mostrato che il trattamento con Alteplase ( Activase, Actilyse ) in pazienti con...


L'intervento coronarico percutaneo primario ( PPCI ) tempestivo non può essere offerto a tutti i pazienti con infarto miocardico con...


Tenecteplase ( Metalyse ) è un nuovo agente trombolitico con alcuni vantaggi farmacologici rispetto ad Alteplase ( Actilyse ). I precedenti...