Anastrozolo versus Tamoxifene nelle donne in postmenopausa con carcinoma duttale in situ sottoposte a lumpectomia più radioterapia


Il carcinoma duttale in situ è attualmente gestito con escissione, radioterapia e terapia ormonale adiuvante, di solito Tamoxifene.
Si è ipotizzato che un inibitore dell'aromatasi possa essere più sicuro e più efficace. È stato quindi intrapreso uno studio per confrontare Anastrozolo ( Arimidex ) rispetto a Tamoxifene nelle donne in postmenopausa con carcinoma duttale in situ sottoposte a lumpectomia più radioterapia.

Lo studio in doppio cieco, randomizzato, di fase 3 National Surgical Adjuvant Breast and Bowel Project ( NSABP ) B-35 è stato effettuato in 333 Centri partecipanti a NSABP negli Stati Uniti e in Canada.
Donne in postmenopausa con carcinoma duttale ormono-positivo in situ trattate con lumpectomia parziale con margini di resezione chiari e irradiazione di tutto il seno sono state arruolate e assegnate in modo casuale a ricevere Tamoxifene per via orale 20 mg al giorno ( con placebo al posto di Anastrozolo ) oppure Anastrozolo per via orale 1 mg al giorno ( con placebo al posto di Tamoxifene ) per 5 anni.

La randomizzazione è stata stratificata in base all'età ( meno di 60 anni vs 60 anni e oltre ) e le pazienti e i medici erano a conoscenza dell’allocazione del trattamento.

L'esito primario era l’intervallo libero da tumore al seno, definito come tempo dalla randomizzazione a qualsiasi evento di cancro al seno ( recidiva locale, regionale, o distante, o carcinoma mammario controlaterale, malattia invasiva, o carcinoma duttale in situ ).

Tra il 2003 e il 2006, sono state arruolate 3.104 pazienti eleggibili e sono state assegnate in modo casuale a due gruppi di trattamento ( 1.552 a Tamoxifene e 1.552 ad Anastrozolo ).

Dal 2015, le informazioni di follow-up erano disponibili per 3.083 pazienti per la sopravvivenza totale e per 3.077 pazienti per tutti gli altri endpoint liberi da malattia, con follow-up mediano di 9.0 anni.

In totale, si sono verificati 212 eventi di intervallo libero da tumore alla mammella: 122 nel gruppo Tamoxifene e 90 nel gruppo Anastrozolo ( hazrd ratio, HR 0.73, P=0.0234 ).

Una significativa interazione tra tempo e trattamento ( P=0.0410 ) è diventata evidente più avanti nello studio.

C'è stata anche una significativa interazione tra trattamento e fascia di età ( P=0.0379 ), che ha dimostrato che Anastrozolo è superiore solo nelle donne di età inferiore a 60 anni.

Gli eventi avversi non differivano tra i gruppi, tranne che per trombosi o embolia, un noto effetto collaterale del Tamoxifene, per le quali ci sono stati 17 eventi di grado 4 o peggiore nel gruppo Tamoxifene contro 4 nel gruppo Anastrozolo.

Rispetto a Tamoxifene, il trattamento con Anastrozolo ha fornito un significativo miglioramento dell’intervallo libero da cancro al seno, soprattutto nelle donne di età inferiore a 60 anni.
Questo risultato significa che le donne potranno beneficiare di una scelta tra farmaci efficaci per il carcinoma duttale in situ. ( Xagena2016 )

Margolese RG et al, Lancet 2016; 387: 849-856

Onco2016 Gyne2016 Chiru2016 Farma2016


Indietro

Altri articoli

Il cancro dell'endometrio è spesso ormono-dipendente e viene trattato con inibitori dell'aromatasi. La deregolazione del percorso PI3K-AKT-mTOR osservata nel tumore...


Due grandi studi clinici hanno mostrato un tasso ridotto di sviluppo del tumore mammario in donne ad alto rischio nei...


Vi è incertezza sul programma ottimale di trattamento adiuvante del carcinoma mammario con inibitori dell'aromatasi e nessuno studio ha confrontato direttamente i tre inibitori dell'aromatasi Anastrozolo ( Arimidex...


Lo studio FACE ( Letrozole, Femara, Versus Anastrozole Clinical Evaluation ) ha confrontato l'efficacia e la sicurezza di Letrozolo adiuvante...


Lo studio NSABP B-35 ha confrontato 5 anni di trattamento con Anastrozolo ( Arimidex ) rispetto a Tamoxifene nella riduzione...


Gli inibitori dell'aromatasi di terza generazione sono più efficaci del Tamoxifene per prevenire le recidive nelle donne in postmenopausa con...


Dati preclinici sostengono un ruolo chiave per il percorso PI3K nel cancro della mammella positivo al recettore degli estrogeni (...


La sindrome del tunnel carpale si verifica quando il nervo mediano è compresso al polso nel tunnel carpale. È stato...


La somministrazione di Acido Zoledronico ( Zometa ) in combinazione con terapia endocrina adiuvante è risultata associata a un significativo...