Esito a lungo termine della esofagite microscopica nei pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo trattati con Esomeprazolo o chirurgia laparoscopica antireflusso


I cambiamenti associati alla malattia da reflusso gastroesofageo ( MRGE ) nell’istologia dell’esofago sono stati riportati principalmente dopo la terapia medica antireflusso a breve termine, e sono poche le singole lesioni che sono state esaminate.

Sono stati riportati dettagliati risultati istologici dello studio LOTUS, al basale e dopo 1 e 3 anni dopo chirurgia laparoscopica antireflusso ( LARS ) o trattamento con Esomeprazolo ( Nexium ) nei pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo in forma cronica.

LOTUS è uno studio a lungo termine, in aperto, a gruppi paralleli, multicentrico, randomizzato e controllato. condotto in 11 Paesi europei che ha messo a confronto LARS ( n=248 ) con Esomeprazolo 20-40 mg al giorno ( n=266 ).

Le biopsie dell’esofago distale 2 cm sopra la linea Z e alla linea Z sono state effettuate al basale, e a 1 e 3 anni.

Le seguenti lesioni sono state valutate: iperplasia delle cellule basali, allungamento papillare, dilatazioni spazio intercellulare, eosinofili intraepiteliali, neutrofili, e necrosi / erosione.

Un punteggio di gravità ( SS, range: 0-2 ) è stato calcolato prendendo il punteggio medio di tutte le lesioni valutabili.

Tutte le lesioni sono risultate più gravi con le biopsie in corrispondenza della linea Z piuttosto che a 2 cm, e quasi tutte hanno prodotto un significativo miglioramento dal basale a 1 e 3 anni.

Il punteggio medio SS ( da 2 cm alla linea Z ) è cambiato da 0.95 a 0.57 ( 1 anno ) e a 0.49 ( 3 anni ) durante trattamento con Esomeprazolo, e da 0.91 a 0.56 ( 1 anno ) e a 0.52 ( 3 anni ) dopo l’intervento di chirurgia laparoscopica antireflusso ( p inferiore a 0.001 per entrambi i trattamenti a 1 e 3 anni, senza differenze significative tra i trattamenti ).

La percentuale di pazienti con gravi alterazioni istologiche è diminuita di circa il 50% al basale all’11% a 3 anni.

In conclusione, sia il trattamento continuo con Esomeprazolo sia la fundoplicazione laparoscopica sono risultate associate a un miglioramento significativo e complessivamente simile nella esofagite microscopica dopo 1 anno; il miglioramento si è mantenuto a 3 anni. ( Xagena2010 )

Fiocca R et al, Am J Gastroenterol 2010; 105: 1015-1023


Gastro2010 Chiru2010 Farma2010


Indietro

Altri articoli

Mancano dati di alta qualità per quanto riguarda l'efficacia del trattamento acido-soppressivo per il dolore toracico inspiegabile. Lo scopo di...


L’Autorità per il controllo dei farmaci inglesi MHRA ( Medicines and Healthcare products Regulatory Agency ) ha modificato le raccomandazioni...


La malattia da reflusso gastroesofageo ( MRGE ) è una condizione cronica che di solito richiede la terapia di mantenimento...


Il Clopidogrel ( Plavix ) è attivato dal citocromo P450 2C19 ( CYP2C19 ) che anche metabolizza gli inibitori della...


Il reflusso gastroesofageo è comune tra i pazienti asmatici ma spesso causa nessun sintomo o sintomi lievi.Non è noto se...


Un tema dibattuto riguarda il trattamento dei pazienti con sintomi tipici della malattia da reflusso gastroesofageo ( MRGE ), senza...


Ricercatori del Drug Safety Research Unit a Southampton in Gran Bretagna hanno compiuto un’analisi del profilo di sicurezza dell’inibitore della...


Il reflusso laringofaringeo è generalmente trattato con inibitori della pompa protonica. Ricercatori del Ludwig Maximilians University Munich, in Germania, hanno...


Uno studio randomizzato, in crossover, ha valutato l’effetto dell’Esomeprazolo ( Nexium ) e di un altro inibitore della pompa protonica,...